Assegnata la Medaglia d'Oro all'Architettura Italiana 2009

18.05.09 Presso la Fondazione Triennale di Milano, nell'ambito della terza edizione della "Medaglia D'Oro all'Architettura Italiana", la Medaglia d'Oro all'Opera è stata assegnata a Massimiliano e Doriana Fuksas per il progetto Zenith Music Hall di Strasburgo.

Gli architetti Fuksas hanno inoltre ricevuto la Menzione d'Onore - Spazi e Infrastrutture Pubbliche, per il progetto Complesso Parrocchiale S.Paolo di Foligno

Zenith Music Hall, Strasburgo

Progetto architettonico: Massimiliano e Doriana Fuksas

Con i suoi 10.000 posti a sedere, lo Zenith di Strasburgo è la sala da concerti più grande d'Europa. La sala è concepita come nucleo scuro, protetto da un guscio duro, plasmato su linee di differenti raggi di curvatura, studiate per ottimizzare il rapporto tra massima capienza e migliore visuale e costruito in cemento armato per controllare al meglio le performance acustiche.

L'involucro esterno invece è leggero, colorato, traslucente, tessile. E' tramite questa seconda pelle sottile, di colore arancione, sensibile sia alla luce diurna che a quella notturna, che si riesce a superare lo statico skyline tipico di tutte le tensostrutture a membrana. La forma plastica e statica del guscio cementizio  è avvolta da cinque anelli in acciaio dalla forma ellittica, articolati in altezza con eccentricità sempre differenti. Il tessuto arancio, collegato come un nastro agli anelli d'acciaio e a più sottili cavi di tensionamento, avvolge la grande sala, assumendo la forma resistente a doppia curvatura, grazie al contrapporsi di ellissi in cavi di acciaio che avvicinandosi e allontanandosi dal guscio di cemento, creano uno spazio  intermedio carico di dinamicità: la hall.

Questo spazio, capace di contenere il grande afflusso di persone che caratterizza gli spettacoli rock e pop diventa il primo luogo d'incontro, interno/esterno, spazio compresso e dilatato.
Gli andamenti sinusoidali che servono a soddisfare i vincoli statici della tensostruttura  a membrana trasformano lo Zenith in  un'unica superficie scolpita  sempre diversa a seconda del punto di osservazione e in continuo movimento.

Le immagini del progetto
- www.fuksas.it/#/progetti/0502/

ZENITH MUSIC HALL, STRASBURGO
Luogo: Comune di Eckbolsheim, Strasburgo, Francia
Data: 2005-2008
Committente: Communauté Urbaine de Strasbourg
Committente Delegato: Société d'Aménagement et d'Equipement de la Région de Strasbourg (S.E.R.S.)
Progetto: Massimiliano e Doriana Fuksas
Superficie: 14.000 mq
Consulenti: Betom
Scenografia: Architecture et Technique
Acustica: Altia
Illuminotecnica: Pixelum
Impresa generale: Pertuy Construction
Strutture cemento armato e metalliche hall: Simon & Christiansen
Strutture metalliche sala: Zwahlen & Mayr SA
Struttura tessile: Form TL
Manifattura e posa della tela: Canobbio
Involucro facciata: Interglas
Controllo tecnico: Veritas

Medaglia d'Oro all'Architettura Italiana - III edizione
- www.triennale.it/triennale/sito_html/medaglia_2009/


Mostra dei progetti vincitori e finalisti alla Triennale di Milano
fino al 26 luglio 09 | Orario: 10.30 - 20.30, chiuso il lunedì - giovedì 10.30 - 23.00

pubblicato in data: