Piano casa, facciamo il punto

ultimi aggiornamenti del 6 gennaio:
- Legge Regionale Campania
- Legge Regionale Molise
- aggiornamento schede ANCE

Una miniguida per orientarsi fra le differenti normative regionali che hanno recepito l'intesa Stato-Regioni per favorire il rilancio dell'attività edilizia. Regione per regione i provvedimenti approvati, i disegni di legge da approvare, gli articoli di commento.

Ad oggi non abbiamo notizie dell'auspicata semplificazione delle procedure che doveva essere elaborata a livello nazionale entro il 10 aprile, mentre è stato promulgato il D.Lgs denominato Piano Casa che mette a disposizione 200 milioni di euro (dei 550 stanziati dal governo precedente) per la realizzazione di edilizia abitativa economica e popolare.

Operatività al 2 novembre 2009

In Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna, Toscana, Trentino e Umbria sono scaduti i termini assegnati ai Comuni per emanare le delibere di attuazione delle rispettive leggi regionali. In queste Regioni pertanto il Piano Casa è entrato nella fase operativa ed è possibile presentare domande di ampliamento o sostituzione edilizia.

I provvedimenti approvati

Un elenco dei provvedimenti pubblicati nei rispettivi Bollettini Regionali. Stiamo cercando di mantenere questo elenco il più possibile aggiornato. Segnalateci eventuali aggiornamenti non riportati in questa pagina. Grazie.

Campania - Legge regionale 28 dicembre 2009, n. 19

Molise - Legge regionale 11 dicembre 2009, n. 30

Friuli Venezia Giulia - Legge Regionale 11 novembre 2009, n. 19

Liguria - Legge Regionale 4 novembre 2009, n. 49

Sardegna - Legge Regionale 23 ottobre 2009, n. 4

Marche - Legge Regionale 8 ottobre 2009, n. 22

Abruzzo - Legge Regionale 19 agosto 2009, n.16

Lazio - Legge Regionale 11 agosto 2009, n.21
avviso di rettifica del 5 ottobre 2009

Basilicata - Legge Regionale 7 agosto 2009, n. 25

Val d'Aosta - Legge Regionale 4 agosto 2009, n. 24

Puglia - Legge Regionale 30 luglio 2009, n. 14

Lombardia - Legge Regionale 16 luglio 2009, n. 13

Piemonte - Legge regionale 14 luglio 2009, n. 20

Veneto - Legge Regionale 8 luglio 2009, n. 14

Emilia Romagna - Legge Regionale 6 luglio 2009, n. 6

Umbria - Legge Regionale 26 giugno 2009, n.13

Toscana - Legge regionale 8 maggio 2009, n. 24

Bolzano - Legge provinciale 9 aprile 2009, n. 1 (vedi art. 51 "Modifiche della Legge provinciale 11 agosto 1997, n. 13)

Disegni di legge: articoli e comunicati stampa

Ance - Associazione Nazionale Costruttori Edili (agg. 21 dicembre 2009)
la mappa degli interventi regionali
le schede di sintesi dei testi normativi
il punto su adempimenti e scadenze

gli articoli sul Piano Casa pubblicati su professione Architetto

Speciale Piano Casa de il Sole 24 Ore

Il confronto regionale: lo schema di ance.it

L'Associazione Nazionale Costruttori Edili sta seguendo dall'inizio lo sviluppo e l'attuazione dei Piani Casa regionali. Produce ed aggiorna periodicamente uno schema (Piano casa 2 - confronto regionale) che riporta in modo sintetico quanto approvato (o ancora da approvare) dalle varie Regioni.
aggiornamento 29 ottobre 2009

AMPLIAMENTI

Edifici ammessi

Destinazioni d'uso

Mutamento destinazione d'uso

Edifici in corso di realizzazione Solo residenziale o a prevalenza residenziale Ammesso
Basilicata
Calabria
Molise (con struttura completata)
Piemonte
Valle d'Aosta
Veneto
Abruzzo
Basilicata
Campania
Emilia Romagna
Liguria
Lombardia
Puglia
Toscana
Prov. Aut. Bolzano
Marche
Molise
Sardegna
Valle d'Aosta
Veneto (solo corpo edilizio contiguo)
Tipologie immobili Anche non residenziale Non ammesso o senza previsione
Senza alcuna specificazione di volume:
Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Molise, Sardegna, Sicilia, Valle d'Aosta, Veneto

Con limite di volume:
Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Puglia, Toscana, Prov. Aut. Bolzano

Solo uni-bifamiliari:
Piemonte
Calabria
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Marche
Piemonte
Sardegna
Sicilia
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Piemonte
Puglia
Sicilia
Toscana
Umbria

DEMOLIZIONE E RICOSTRUZIONE

Edifici ammessi

Destinazioni d'uso

Mutamento destinazione d'uso

Intervento su area diversa

Edifici in corso di realizzazione Solo residenziale o a prevalenza residenziale Ammesso Ammesso
Basilicata
Calabria
Molise
Piemonte
Veneto
Abruzzo
Basilicata
Campania
Emilia Romagna
Lazio
Piemonte
Puglia
Toscana
Sardegna
Marche (su edifici non residenziali in zone B o C del Dm 1444/68 non più utilizzati per finalità produttive)
Molise
Valle d'Aosta
Abruzzo
Emilia Romagna
Liguria
Molise
Sardegna
Sicilia
Veneto
Tipologie immobili Anche non residenziale Non ammesso o senza previsione Non ammesso o senza previsione
Senza alcuna specificazione di volume:
tutte le regioni

Con limite temporale:
Abruzzo; Basilicata; Emilia Romagna; Lazio; Liguria; Marche; Molise; Puglia; Sardegna; Sicilia; Toscana; Umbria; Valle d'Aosta; Veneto
Calabria
Friuli Venezia Giulia
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Sardegna
Sicilia
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Piemonte
Puglia
Sicilia
Toscana
Umbria
Veneto
Basilicata
Calabria
Campania
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Lombardia
Piemonte
Puglia
Toscana
Umbria
Valle d'Aosta

Leggi lo schema completo sul sito ance.it: Piano Casa 2 - confronto regionale

Le scelte delle Regioni: la pagella di Legambiente

Riportiamo una tabella riassuntiva realizzata da Legambiente in cui si analizzano i diversi testi di Legge approvati, in corso di approvazione o semplicemente oggetto di dibattito nelle Regioni italiane sul cosiddetto Piano Casa. Il documento è datato 21 luglio 2009 e quindi, come ricorda Legambiente, spesso non si è potuto far riferimento a testi ufficiali.

Il giudizio di merito dato da Legambiente tiene conto principalmente della modalità di esclusione di aree protette (centri storici, parchi, etc.), della scadenza del provvedimento (ricordiamo che è provvisorio), e delle relazioni fra premio di cubatura ed efficienza energetica.

Leggi il dossier completo sul Piano casa 2009 di Legambiente (21 luglio 2009)

Classifica delle Regioni Bonus volumetrico massimo per ampliamenti Bonus volumetrico max per demoliz. e ricostruzioni Vincolo di efficienza energetica Aree escluse dagli interventi Deroga ai Prg e poteri limitativi dei Comuni
PROMOSSE
Toscana 20% 35% Obbligo di miglioramento dell'efficienza del 20% (ampliamenti) e del 50% (ricostruzioni) Centri storici/ parchi/aree vincolate Prevale il Prg
Bolzano 10% Nessuno Obbligo dello standard CasaClimaC Centri storici/ parchi/aree vincolate Deroga, con potere limitativo dei Comuni
Puglia 20% 35% Obbligo dello standard Dlgs192/05 e LR13/08 Centri storici/ parchi/aree vincolate Deroga, con potere limitativo dei Comuni
RIMANDATE CON DEBITO
Umbria 20% 25% Obbligo dello standard LR 17/2008 Centri storici/ parchi/aree vincolate Deroga, con potere limitativo dei Comuni
Piemonte 20% 35% Obbligo di miglioramento dell'efficienza del 40%e Itaca Piemonte Centri storici/ parchi/aree vincolate Deroga, con potere limitativo dei Comuni
Emilia R. 35% Fino a 50% per delocalizzazioni Obbligo del ?% sullo standard LR 156/08 Centri storici/ parchi/aree vincolate Deroga, con potere limitativo dei Comuni
Marche 30% Fino a 40% per edifici pubblici Obbligo dello standard Dlgs192/05 e Itaca Marche Centri storici/ parchi/aree vincolate Deroga, con potere limitativo dei Comuni
Basilicata 25% 40% Obbligo di riduzione del fabbisogno energetico del 20% Centri storici/ parchi/aree vincolate Deroga, con potere limitativo dei Comuni
Lazio 20% residenziale,10% artigianale fino a 60% per delocalizzazioni Obbligo di rispettare LR 6/08 su bioedilizia Centri storici/parchi/aree vincolate Deroga, con potere limitativo dei Comuni
BOCCIATE
Liguria 50% 50% Obbligo dello standard Dlgs192/05 e LR 22/07 Aree vincolate  
Lombardia 20% privati  40% edilizia pubblica 35% Obbligo di miglioramento del 10% (ampliamenti)  e del 30% (ricostruzioni). Nessuno per cambi di destinaz. d'uso Aree vincolate Deroga, con potere limitativo dei Comuni
Veneto 20% 40% Generico, opzionale che garantisce extrabonus volumetrico Centri storici Deroga, con silenzio-diniego dei Comuni
Campania 20% Fino a 50% per case Iacp Generico Centri storici/ parchi/aree vincolate Deroga
Molise 20% 50% Generico Nessuna Deroga, con potere limitativo dei Comuni
Friuli V.G. 35% 35% Generico, opzionale che garantisce incentivi finanziari Nessuna Deroga, con silenzio-diniego dei Comuni
Valle d'Aosta 45% 35% Generico Nessuna  
Sicilia 45% Fino a 90% per cumulo con vicino Generico, opzionale che garantisce extrabonus volumetrico Nessuna Deroga, con potere limitativo dei Comuni

Fonte Legambiente

pubblicato in data: - ultimo aggiornamento: