Regione Campania – 29,7 milioni di fondi europei per 54 isole ecologiche e 4 impianti di compostaggio

La Giunta regionale della Campania, su proposta del presidente Antonio Bassolino e dell’assessore all’Ambiente Luigi Nocera, ha stanziato 29,7 mln di fondi europei a favore del Commissariato per l’emergenza rifiuti, per la realizzazione di isole ecologiche e impianti di compostaggio.

Circa 14 milioni di euro saranno impiegati per costruire 4 impianti di compostaggio – necessari per il trattamento dei rifiuti organici – a Salerno, San Marzano sul Sarno, Eboli e Avellino (all’interno del Consorzio AV1).

I fondi rimanenti, 15 milioni e 550 mila euro, serviranno per realizzare 54 isole ecologiche in diversi comuni della Campania: 25 nuove ecopiazzole nasceranno in provincia di Salerno, 9 in provincia di Napoli, 3 in provincia di Caserta, 4 in provincia di Avellino e 13 in provincia di Benevento.

La loro esatta ubicazione sarà definita nei prossimi giorni attraverso un’istruttoria congiunta di Regione e Province basata sulle proposte progettuali presentate dai Comuni.

Le nuove "isole", veri e propri luoghi attrezzati al servizio della cittadinanza per lo smaltimento corretto e per il recupero di molti materiali, andranno ad aggiungersi alle 51 già realizzate o in corso di completamento su tutto il territorio regionale e in particolare tra Napoli e Caserta, per un totale complessivo di 105.

La Giunta ha fissato al 30 ottobre 2008 il termine entro il quale gli interventi, finanziati con la Misura 1.7 del POR Campania, devono essere completati e rendicontati.

"Con la costruzione di nuovi impianti di compostaggio e di nuove isole ecologiche finanziati oggi dalla Regione – ha detto il presidente Antonio Bassolino – si compie un ulteriore passo in avanti verso il potenziamento della raccolta differenziata.
Si tratta di un secondo e significativo finanziamento a cui ne seguiranno altri per la realizzazione di strutture analoghe, così da consentire il potenziamento della raccolta differenziata.
Differenziata, siti di compostaggio, cdr, discariche e termovalorizzatori sono gli elementi fondanti di un moderno ciclo di smaltimento dei rifiuti che ci permetterà di uscire dall’emergenza e di risolvere in maniera strutturale il problema dei rifiuti.
In questo senso è di grande importanza la fiducia approvata oggi dalla Camera sul Dl per l’emergenza rifiuti. Dopo la votazione definitiva di domani, sarà fondamentale andare avanti con ancora maggiore determinazione, applicando fino in fondo quanto previsto dalla legge.
È l’unico modo per lasciarsi alle spalle l’emergenza. Per questo continueremo a lavorare al fianco del Commissariato, facendo la nostra parte fino in fondo"
ha concluso Bassolino.

pubblicato in data:

compostaggio isola ecologica POR progettare e costruire raccolta differenziata Regione Campania rifiuti