Regione Lazio – 15 milioni di euro per le energie intelligenti

Con l’avvio del market test del fondo di rotazione per le energie rinnovabili con il sistema bancario si entra in una nuova fase nel Lazio.

Il fondo di rotazione è uno strumento che permetterà a cittadini, imprese, condomini, enti locali ed ESCO di accedere con maggiore facilità a sistemi di generazione energetica da fonti rinnovabili e agli interventi di relativi all’incremento dell’efficienza energetica e sarà operativo entro l’autunno.

L’obiettivo del market test è quello di sviluppare una leva finanziaria che dovrebbe aggirarsi tra i 50 e i 60 milioni di euro in tre anni.

Il fondo di rotazione è in pratica una forma di finanziamento agevolato che può operare come garanzia, come abbattimento del costo del denaro e come finanziamento agevolato a tasso zero -.

In questa maniera l’Assessorato all’Ambiente della Regione Lazio vuole essere vicino ai cittadini nei fatti rendendo accessibili il più possibile a una vasta gamma di soggetti le nuove fonti d’energia rinnovabili.

"Ci aspettiamo da questa attività dei significativi risultati sul fronte ambientale ed economico – ha affermato Filiberto Zaratti, Assessore all’Ambiente e Cooperazione tra i Popoli – Le attività relative all’efficienza energetica e alla promozione delle rinnovabili permetteranno un risparmio annuo di sei milioni di euro per 37 mila kWh/anno e con un risparmio di 110 mila tonnellate di CO2 in cinque anni, mentre quelle legate alla microproduzione di energia da fonti rinnovabili consentono un risparmio di quattro milioni di euro per 10.300 kWh/anno evitando emissioni di gas serra per 27.500 tonnellate di CO2 in cinque anni".

IL FONDO DI ROTAZIONE REGIONALE HA L’OBIETTIVO di finanziare attività relative alla:
efficienza energetica
a) riqualificazione energetica (ex art.1 c. 344-349 Legge Finanziaria 2007)
b) acquisto motori elettrici ad elevata efficienza ed inverter (5-90 kW) ex art.1 co. 358-359 Legge Finanziaria 2007
c) cogenerazione e trigenerazione
d) geotermia per riscaldamento e/o
e) sistemi di monitoraggio, diagnosi energetiche e telecontrollo ai fini dell’efficienza energetica pompe di calore ad assorbimento a gas microproduzione diffusa di energia da fonti rinnovabili.
f) sistemi di accumulo energetico allineati ad impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili di potenza < 3kW
g) impianti fotovoltaici < 20kWp
h) minieolico < 20kW
i) impianti biomasse (non rifiuti)

I soggetti interessati sono:
– Persone fisiche residenti o domiciliate nel Lazio
– Condomini ubicati nel territorio regionale
– Titolari di partita IVA residenti o domiciliati nel Lazio
– PMI con sede operativa nel Lazio
– ESCO (Energy Saving COmpany), che operino nel Finanziamento Tramite Terzi (FTT) su istanza di Enti pubblici, Condominii e PMI.

Particolare attenzione sarà posta agli interventi di ristrutturazione energetica nei condomini.

pubblicato in data:

ambiente cooperazione efficienza energetica energia energie rinnovabili ESCo Fotovoltaico impianti fotovoltaici progettare e costruire Regione Lazio