Sicurezza sul lavoro – 12 milioni di euro per finanziare la formazione continua

pubblicato il:

Alle risorse stanziate potranno accedere i 2,7 milioni di lavoratori delle oltre 52.000 aziende aderenti al Fondo.

Sarà data priorità alla formazione dei soggetti maggiormente esposti al rischio di infortunio sul lavoro – i giovani neoassunti e gli stranieri – e dei dipendenti delle aziende che appartengono ai settori di attività economica con maggiore frequenza infortunistica, come la siderurgia, la metallurgia e le costruzioni.

Nell’Avviso integrale pubblicato sul sito internet www.fondimpresa.it sono riportati per esteso gli obiettivi e le modalità di partecipazione alla procedura.

Il finanziamento di Fondimpresa è finalizzato alla realizzazione dei Piani formativi in ambiti aziendali, territoriali e settoriali, anche multi regionali.

I Piani formativi devono essere stati condivisi con accordi sottoscritti da organizzazioni di rappresentanza riconducibili ai soci di Fondimpresa, a livello aziendale, territoriale o di categoria. Per i Piani formativi di ambito settoriale l’accordo deve essere obbligatoriamente sottoscritto dalle competenti associazioni di categoria stipulanti i contratti collettivi nazionali di lavoro.

Un Piano formativo si identifica in un piano organico di azioni, nel quale devono essere previste attività preparatorie, di accompagnamento e non formative e attività di erogazione della formazione.

Il costo delle attività preparatorie, di accompagnamento e non formative non deve superare il 15% del valore complessivo del Piano.

Il Piano formativo deve in ogni caso assicurare logiche unitarie nella strategia e nella gestione delle azioni e riguardare esclusivamente tematiche relative alla sicurezza, specificate nell’Avviso integrale.

Destinatari e Soggetti proponenti.
Sono destinatari dei Piani formativi esclusivamente i lavoratori, occupati in imprese, che hanno aderito a Fondimpresa prima dell’avvio dell’azione formativa alla quale partecipano, per i quali esista l’obbligo del versamento del contributo integrativo di cui all’art. 25 della legge n. 845/1978.

Possono presentare domanda di finanziamento le imprese beneficiarie dell’attività di formazione oggetto dell’Avviso per i propri dipendenti, gli enti di cui all’art. 1 della legge 40/87 riconosciuti dal Ministero del Lavoro e P.S., gli enti accreditati per attività di formazione secondo le normative regionali, oppure in possesso della certificazione di qualità in base alla norma UNI EN ISO 9001:2000, settore EA 37, le Università pubbliche e private riconosciute, gli Istituti tecnici, altri soggetti, pubblici o privati, legittimati a svolgere le attività oggetto dell’Avviso.

Ciascun Soggetto può presentare domanda di finanziamento singolarmente o in Associazione Temporanea, costituita o da costituire, o Consorzio costituito o da costituire.

Termini di presentazione della domanda di finanziamento.
Le domande di finanziamento hanno due periodi di scadenza per essere presentate: entro le ore 12.00 del 10 aprile 2008; dal 15 settembre 2008 fino alle ore 12.00 del 15 ottobre 2008.
Sia per la prima che per la seconda scadenza di presentazione le domande di finanziamento devono pervenire al seguente indirizzo:
Fondimpresa
Via del Traforo, 146
00187 Roma
Fondimpresa si riserva la facoltà, esercitabile a suo insindacabile giudizio, di prorogare oppure di riaprire i termini di presentazione delle domande dell’Avviso, sia per la prima che per la seconda scadenza, utilizzando la medesima tipologia di pubblicazione.

Risorse.
Le risorse destinate al finanziamento dei Piani formativi, complessivamente pari ad euro 12.000.000,00 (dodicimilioni/00), sono così suddivise:
euro 6.000.000,00 (seimilioni/00) per il finanziamento dei Piani formativi presentati nei termini della prima scadenza;
euro 6.000.000,00 (seimilioni/00) per il finanziamento dei Piani formativi presentati nei termini della seconda scadenza.

In relazione a ciascuna scadenza di presentazione delle domande di finanziamento ed alle relative graduatorie, Fondimpresa si riserva le seguenti facoltà:
– di destinare eventuali residui sulle risorse complessivamente stanziate per la prima scadenza ad incremento dello stanziamento destinato alla seconda scadenza;
– di incrementare, sia per la prima che per la seconda scadenza, le risorse stanziate nel presente articolo per estendere il finanziamento a Piani utilmente collocati in graduatoria, previa verifica del permanere delle condizioni di realizzabilità del Piano formativo.

Ciascun Piano formativo deve prevedere, a pena di inammissibilità, un finanziamento di Fondimpresa non inferiore ad euro 70.000,00 (settantamila/00) e non superiore ad euro 200.000,00 (duecentomila/00).
Fondimpresa si riserva la facoltà di ridurre il finanziamento richiesto con riferimento ad uno o più elementi del Piano formativo presentato dal Soggetto Proponente.

Durata dei Piani Formativi.
Tutte le azioni relative a ciascun Piano formativo devono concludersi entro 7 (sette) mesi dalla data di ricevimento della comunicazione di finanziamento del Piano stesso da parte di Fondimpresa.

Criteri di valutazione.
La valutazione dei Piani formativi presentati viene effettuata da un Comitato di valutazione nominato da Fondimpresa, sulla base dei criteri specificati nell’Avviso integrale.
I Piani formativi finanziati sono pubblicati sul sito di Fondimpresa.

FORMARSI E AGGIORNARSI PROFESSIONALMENTE

DLGS 494/96 E 528/99 DIRETTIVA CANTIERI

RSPP – ASPP NUOVO PERCORSO FORMATIVO

formazione progettare e costruire sicurezza sul lavoro