Umbria prima regione ad aver approvato una legge in materia open source

Il capogruppo regionale dei Verdi, Oliviero Dottorini, saluta con soddisfazione la presentazione di un disegno di legge della Giunta regionale sarda per facilitare l’adozione di software a codice aperto, ricordando che l’Umbria per prima ha approvato una legge in materia.

Dottorini ricorda che sabato 25 ottobre si terrà in tutte le città italiane il Linux day, giornata di festa e approfondimenti sul software libero, che a Perugia si svolgerà presso la facoltà di Matematica e Fisica dell’Università degli studi.

“E’ una notizia importante, che ci rende fieri di essere stati la prima regione in Italia ad avere approvato una legge, per giunta già operativa e finanziata, dedicata al software libero e alla diffusione dei formati aperti. Quindi diamo il benvenuto alla regione Sardegna e ci auguriamo che l’iter della proposta di legge proceda veloce e senza intoppi consiliari”.

Con queste parole il capogruppo dei Verdi e Civici in Consiglio regionale Oliviero Dottorini, promotore della legge umbra per la promozione del software libero, commenta la notizia della presentazione di un disegno di legge da parte della giunta sarda per facilitare l’adozione di software a codice aperto e formati liberi nella pubblica amministrazione.

“Servirsi di software open source – continua l’esponente del Sole che ride – significa risparmi certi per le casse regionali, maggiore efficienza e sicurezza nella gestione dei dati sensibili e volano per un’imprenditoria locale sempre più messa in ginocchio dalle grandi multinazionali del software, che spesso operano in regime di monopolio. In Umbria sta operando dal 2006 il centro di competenza regionale per l’open source, una task force di esperti, liberi professionisti e volontari dei Linux user group che aiutano le pubbliche amministrazioni e le scuole a convertirsi gradualmente a programmi a codice aperto, garantendo assistenza in tutte le fasi del progetto. Grazie a loro – aggiunge Dottorini – centinaia di uffici e classi stanno utilizzando prodotti open source che oltre a far risparmiare migliaia di euro a licenza, sono in grado di offrire un livello di specializzazione molto alto che rende più facile l’inserimento nel mondo del lavoro una volta terminati gli studi”.

Il capogruppo regionale dei Verdi e Civici ricorda infine che sabato 25 ottobre si terrà in tutte le maggiori città italiane il Linux Day, una giornata di festa e approfondimenti sul software open source e sui formati aperti, con workshop e dimostrazioni di tutte le ultime novità in materia di software libero.

A Perugia l’evento si svolgerà presso la facoltà di Matematica e fisica dell’Università, con tre diverse aree riservate a scuole, aziende e tecnici.
(Fonte: Agenzia di informazione del Consiglio regionale dell’Umbria)

pubblicato in data:

Linux Day open source progettare e costruire Regione Sardegna Regione Umbria software libero