Novità della Finanziaria 2010

Dallo scorso 9 Dicembre la Finanziaria 2010 è in discussione alla Camera.

Nella nuova manovra finanziaria non si fa menzione dello sgravio fiscale per la coibentazione previsto nelle manovre degli anni precedenti. A meno di retromarcia dell'ultimo minuto rimangono senza risposta gli appelli delle regioni affinché l'ecoincentivo venga integrato in maniera permanente.

Tra le buone notizie, invece, la proroga fino al 2012 delle detrazioni Irpef del 36% previste per gli interventi di recupero di appartamenti e parti comuni di edifici residenziali e  per  fabbricati interamente ristrutturati da imprese di costruzione o da cooperative edilizie.

Nel primo caso la detrazione spetterà fino al limite massimo di spesa di 48.000 euro da dividere in dieci anni, mentre per gli immobili ristrutturati da imprese di costruzione e da cooperative edilizie il beneficio sarà concesso per gli interventi che provvedano all'alienazione o assegnazione dell'immobile entro il 30 giugno 2013.

La manovra prevede inoltre l'ingresso a regime dell'Iva ridotta del 10% sui lavori di recupero del patrimonio edilizio. L'aliquota agevolata si applica esclusivamente ai lavori realizzati su fabbricati residenziali e comprende sia le prestazioni di lavoro che la fornitura di materiali e di beni, purché, questi ultimi, non costituiscano parte significativa del valore complessivo della prestazione.

Per approfondimenti
- www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/finanziaria2010/

pubblicato in data: