..apro il mio studio...continua X DAVIDE

messaggio inserito giovedì 8 maggio 2008 da flw

[post n° 161299]

..apro il mio studio...continua X DAVIDE

caro Davide:
1. non credo di aver studiato meno di te e non credo che la qualità dello studio e la difficoltà sia inferiore a Palermo rispetto che a Milano..anzi la mancanza cronica di servizi riconosciuta da tutti..forse rende il percorso più complicato al sud che non li
2. se un palermitano viene a studiare a Milano..e quindi apprende anche lui nella tua "difficile e più formativa" facoltà perchè poi dovrebbe tornarsene...non ha lo stesso diritto tuo ad esercitare li...
3. qual'è la tua posizione inmerito ai nostri colleghi laureati a Milano che vengono a Palermo (o in altre sedi ritenute piu abbordabili) per abilitalitarsi?
4. io di gente che si è laureata passeggiando in spiaggia non ne conosco...e poi vai vederti le statistiche e controlla i tempi di laurea..vedrai che qui non molti riescono a rispettare i tempi..quindi..
5. se uno leggittimamente apre lo studio a Milano dopo essersi formato a Palermo..ha clienti per le proprie capacità, conoscenze e per la professionalità..non certo perchè è più abbronzato di te!
:
Flw...ho letto tutte le risposte di Davide e di certo sono rimasta stupita! purtroppo rientra nel senso comune che al sud non si studia, se si studia è tutto più facile, si va al mare invece di lavorare ecc ecc. Io mi sono laureata a Palermo in 5 anni e non perchè fosse facile architettura (conosco gente che ci sta anche 10 anni) ma semplicemente perchè lo vedevo come un lavoro e davo 3-4 esami a sessione!! ho dato 42 esami...studiavo...studiavo e studiavo....e il mare lo vedevo una settimana ad agosto!! arrivavo bianca cadaverica....una volta a fine Luglio un prof di progettazione all'ennesima revisione mi disse "miii che sei bianca!!!" gli ho risposto "prof...che fa sfotte?" ;) ho fatto esami anche il 2 di agosto!!!
purtroppo si dice che l'erba del vicino è sempre più verde!! anche io ho provato ad andare a lavorare a Milano, ho fatto vari colloqui e alla fine me ne sono tornata a Palermo (dove faccio la fame come tutti) in quanto le cifre offerte erano le stesse con le aggravanti che a Milano dovevo pagare l'affitto ed ero sola come un cane!
per me tutti dovremmo essere liberi di SCEGLIERE dove studiare e dove lavorare....penso però che in Sicilia questa libertà di scelta spesso non c'è e siamo costretti ad emigrare (ci sto pensando anche io...ma non in Italia, all'estero!!!). Al caro Davide rispondo che può star pur certo che se qui ci fosse lavoro per tutti e pagato decentemente...non avremmo tutto questo "prio" ad andarcene!!! comunque complimenti per la comprensione!!! non si sono neanche considerati i sacrifici che fa una persona quando va a vivere (per lavoro o studio) in un'altra città! Flw ti sono solidale e ti faccio i migliori in bocca al lupo per la riuscita della tua attività...se ti dovesse servire una collega preparata (perchè si è fatto un mazzo cosi!) e volenterosa....fai un fischio e arrivo ;)) PS pensavo che tra compagni di sventura ci comprendessimo...invece...
:
vi invito come sempre se vi va a scrivermi le voste storie dubbi propositi ecc su http://equilibrioprecario.iobloggo.com o valelal[at]libero.it
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.