GiArch - Coordinamento Nazionale Giovani Architetti

messaggio inserito martedì 8 luglio 2008 da STF

STF : [post n° 167764]

GiArch - Coordinamento Nazionale Giovani Architetti

Ciao a tutti. Qualcuno di voi è andato all'UIA 2008 a Torino? Spero di si.
Noi c'eravamo e numerosi. Siamo il COORDINAMENTO NAZIONALE GIOVANI ARCHITETTI -www.giarch.it
- ed eravamo presenti con uno stand. Magari qualcuno di voi ci ha visto, abbiamo presentato alcune nostre iniziative. Siamo un network leggero NON ISTITUZIONALIZZATO di associazioni a carattere locale, di tipo culturale onlus, apolitiche e apartitiche, per la promozione e tutela della figura del giovane architetto. Siamo nati spontaneamente, dal basso, un movimento autonomo e indipendente che raccoglie associazioni di giovani in tutta Italia di architetti under 40. Stiamo promuovendo la formazione di ulteriori associazioni a carattere locale e forniamo un supporto per chi volesse costituirne una nella propria provincia o area d’interesse. Il nostro scopo è di creare una rete di rapporti di amicizia per sostenerci e promuoverci e salvaguardarci, più siamo e meglio è, dato che i canali consueti ci oppongono le barriere. Il congresso mondiale UIA 2008 per noi non è stato altro che un'occasione per farci conoscere come giovani al di fuori dei degli studi dove ci schiavizzano e delle realtà che ci penalizzano sempre: esistiamo e abbiamo idee propositive che vanno valorizzate. fatevi sotto, siamo in tutta Italia:
siamo Coordinamento di Associazioni di, possiamo fare grandi cose, e già le stiamo facendo. Siamo a Venezia, Vicenza, Verona, Torino, Ferrara, Enna, area Canadese, Genova, Firenze, Brescia, Trieste, Pordenone, Roma, spero di non aver dimenticato nessuno...
Date un occhio a www.giarch.it (sito nazionale) e a www.architube.org (portale per video solo di architettura) e troverete i link alle associazioni locali.
Ciao - GiArch
STF :
scusate...area Canavese, non Canadese...maledetto correttore automatico!!!
ila :
scusa la franchezza...ma personalmente sono molto scettica riguardo a questo tipo di movimenti/gruppi/associazioni: ma non dovrebbe già esserci un ordine professionale che salvaguarda la nostra professione? vogliamo crearne un altro? non vorrei poi dovere dei soldi a entrambe e ottenere in cambio nulla o quasi come già succede ora...
nico :
sinceramente dal sito a parte una serie di cose già conosciute nel mondo dell'architettura non mi sembra ci sia qualcosa di giovane.
o per lo meno, se giovane è uno di 40 anni io allora sono un bambino.
come ila dico che ci sono gli ordini a fare qualcosa e i nostri problemi di giovani arhitetti sono i 1000 € al mese lordi che ci offrono quando va bene. tu nel post citi lo schiavismo degli studi ma non vedo nessun modo per ovviare a questo.
se mi sbaglio, come spero, dacci un cenno su che cosa state organizzando in proposito.
STF :
Sulle questioni di noi giovani ci stiamo lavorando....anche su cose tipo studi di settore ed Inarcassa, credetemi: non è facile stare dietro a tutto (fuori dall'orario di lavoro per giunta) e tenere anche aggiornati all'ultimo minuto i siti web.Inoltre la nostra categoria è ancora troppo individualista.
Gli Ordini non fanno niente in questo senso perchè per legge non hanno alcuna facoltà "sindacale". Informatevi un po' meglio sul ruolo degli ordini e di inarcassa...E non costiamo assolutamente come loro.
Date un'occhio anche alle associazioni locali, magari trovate qualcosa in più, comunque è una possibilità di fare rete e proporre idee, se ne avete, e portarle avanti. Siamo aperti a tutti e non serve essere iscritti ad alcun ordine per iscriversi. Non vogliamo costituire un gruppo chiuso.
Vedete voi...
desnip :
allora sono ancora un giovane architetto!!!
Che bella notizia...:-)
Mario :
professionalmente giovane...poi dipende da come ti senti tu... :-)
l'età anagrafica è un'altra cosa...e anche la maturità mentale e la preparazione...
un arch. in italia è professionalente giovane almeno fino a 40 anni, se non oltre, grazie alle barriere impostegli.
Ma non vedete che lavorano solo i vecchiacci che tengono i giovani a 1000€ al mese se va bene e non danno spazio a nessuna loro idea e iniziativa? Prendiamoci i nostri spazi, prima è meglio è...più neolaureati ci sono a farlo, invece di lamentarsi nei forum usciamo allo scoperto.
A me pare una buona idea!
arcilady :
.. purtroppo devo dirti che a Torino non sentii parlare bene di questa associazione... siete partiti da torino, vero? ne sentii parlare come un modo per ritagliarsi spazio dei giovani facenti parte il consiglio o qualcosa simile dell'associazione.. e questo già succede a livello di ordine... i giovani architetti torinesi (quelli veri, non quelli dell'associazione) erano rimasti molto delusi dalle aspettative mancate.
Però devo aggiungere che effettivamente un'organizzazione di stampo sindacale è proprio quel che ci serve.
Stf :
Veramente l'idea di coordinamento nazionale è partita e voluta da Venezia-AgaVe, si è evoluta con la partecipazione di altre associazioni tra cui Torino e le altre che sono Vicenza Verona Ferrara Trieste. Le varie associazioni sono molto diverse tra loro e il coordinamento non rappresenta assolutamente un uniformarsi ma una rete in cui se ci sono iniziative da condividere bene (tipo far girare una mostra o un'iniziativa in altre parti d'italia), altrimenti ogni associazione è autonoma. per questo lo chiamiamo network leggero. Esempio: ass. di Trieste (una a caso) non è il Gi.Arch, è Ass.Giov. arch. di Trieste e agisce per se stessa.Ora si sono aggiunte anche Firenze Genova Enna Brescia Pordenone e il Canavese (vicino a Torino tra l'altro). Per praticità ogni associazione ha competenza locale ma se non ti va di iscriverti nella tua città per un qualsiasi motivo puoi iscriverti in un'altra. Puoi scegliere, cosa che nel nostro sistema professionale è poco consentito.. ad esempio molte associazioni non hanno niente a che vedere con gli ordini, consigli istituzioni ecc. nonostante se ne mantenga un rapporto buono ma distaccato e gli statuti non sono tutti uguali. Non vorremmo che le cosa prendesse una piega lobbistica preferenziale chiusa o arrivista, avremmo un'etica, poi il singolo è incontrollabile...
Fatevi un giro nei vari siti delle singole associazioni (link tutti presenti in www.giarch.it) e vedete voi se avete qualcosa da condividere. Venezia x esempio ha un manifesto di intenti, poi se volete potete contattare direttamente le varie associazioni per chiarimenti.
Inoltre se avete idee da proporre o siete ferrati anche su questioni più sindacali ben venga, vorremmo intervenire anche su questo perchè nessuno lo fa ed è un problema molto grosso.Siamo anche consapevoli che è difficile da gestire e ci vuole preparazione. Ripeto, ci stiamo lavorando, sperando in una condivisione di tutto il coordinamento e spero presto usciremo con qualcosa di concreto. Se volete unirvi siete i benvenuti, lo spirito delle associazioni è fatto soprattutto da chi vi partecipa...e soprattutto: ricambio continuo
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.