lavori fatti male...voi che fate?

messaggio inserito mercoledì 30 luglio 2008 da Campanellino

Campanellino : [post n° 169933]

lavori fatti male...voi che fate?

Voi in genere come vi comportare nel caso un'impresa abbia eseguito male alcuni lavori, come ad esempio piastrelle storte/tagliate male e altre imperfezioni?
Nel mio caso una cliente (che ha voluto fare la DL per conto suo) si è rivolta a me a lavori praticamente ultimati chiedendo un consiglio su come comportarsi con l'impresa che le ha lasciato un lavoro insoddisfacente.
Lei piuttosto che non pagare (per saldare manca ancora un piccolo pagamento) preferirebbe che sistemassero tutte le magagne ma l'impresa non vuole e ha già lasciato il cantiere...cosa le posso consigliere?
arko :
che la prox volta contatti prima un architetto o cmq un tecnico, e si faccia magari consigliare un'impresa. O ancora, che si informi molto molto bene prima di affidare i lavori a sconosciuti.
ciao
leslie :
ma avrà pur firmato un contratto, ci sarà un capitolato, un elenco prezzi, nei quali sarà precisato che i lavori vanno eseguiti a regola d'arte...si appellerà quindi a quella clausola per pretendere che il lavoro venga rifatto....ammesso che non abbia già pagato la parte relativa a quelle lavorazioni, perchè in quel si riterebbero accettate.
Campanellino :
questo l'ha già capito da sola e infatti ora vorrebbe affidarmi la DL dei lavori rimanenti e della sistemazione di quelli fatti male.

Io chiedevo non solo per questo caso specifico ma per sapere come comportarmi in generale...anche perché non sempre si ha la possibilità di lavorare con l'impresa di fiducia...magari il cliente ha la sua, che gli costa meno ma magari non lavora bene e non è disponibile a rifare eventuali lavori fatti male.
Campanellino :
è quelle che le ho detto....ma nel capitolato (non fatto da me ma dalla sua impresa!!!) ovviamente è tutto vago, quindi non può appellarsi a quello
leslie :
purtroppo allora c'è un po' poco da fare....loro sarebbero comunque tenuti ad eseguire il lavoro a regola d'arte, ma se è già stato fatto, non è stato chiesto immediatamente di rifarlo dalla precedente DL ed è stato pure pagato...è tardi per chiedere qualcosa soprattutto perchè non può far valere nessun articolo scritto che li vincolerebbe ufficialmente. Ormai può solo chiedere di rimediare pagandoli (anche se io sinceramente, mi rivolgerei a qualcun altro, perchè la correttezza vorrebbe che loro spontaneamente rimediassero o applicassero un ribasso all'offerta fatta per la cattiva esecuzione dell'opera).
nico :
alla proprietaria che fa la DL "fai da te":
mo t'attacchi!
e tu non puoi fare nulla perchè non ti ha nominato a suo tempo.
tra l'altro per fare la DL bisogna avere un titolo almeno di geom. e se non ce l'ha deve pagare l'impresa e basta così.
nico :
la DL deve andare in cantiere e fare i verbali sullo stato di avanzamento degli stessi.
se nonta qualcosa fatto male scrive all'impresa e glielo fa rifare.
se non si può rifare le lavorazioni in oggetto si deprezzano calcolando il lavoro eseguito.
Campanellino :
Io credo che la sua impresa non la rivedremo più...l'intenzione della cliente è appunto di non pagare la rimanenza e di affidarsi a me contattando qualcun'altro per le opere da sistemare....in ogni caso non si tratterebbe di chiamare un'impresa ma dei singoli artigiani, in particolare un piastrellista e un falegname.
Ma secondo voi prima che questi intervengano devo fare la fine lavori, visto che l'impresa dichiarata nella DIA è uscita di scena, o posso aspettare a farla quando saranno finiti anche i ritocchi finali?
ele :
...bèh....secondo me non rimane che fare una perizia e il tutto potrebbe essere risolto con causa tramite avvocato! Solo che se la commitenza non ha voluto spendere prima per la D.L. dubito che ora voglia spendere soldi per perizia e avvocato! Quindi...non gli resta che tenersi il pavimento fatto male...la lezione l'ha imparata...visto che ora ha chiamato te!
Campanellino :
nel caso mi richiedesse una perizia quanto dovrei farmi pagare?
In realtà lei ha già accennando alla cosa, chiedendomi quanto potrebbe costare una perizia per valutare la qualità dei lavori ma se devo dire la verità è una cosa in cui preferirei non invischiarmi....più che altro perché è una cosa che non ho mai fatto.
leslie :
vorrebbe dire non chiudere i lavori o poi aprire una nuova pratica? Non so quanto le convenga la mossa...non sono cose veloci e nemmeno economiche. Tanto vale spendere per pagare qualcuno che sistemi il lavoro.
Campanellino :
allora come mi comporto con la fine lavori?
Il fatto che intervengono degli artigiani per sistemare alcune cose mi vincola in qualche modo?
Considerato che mancnano solo manutenzioni ordinarie posso farla sia prima che intervengano, sia durante o dopo i loro lavori o devo farla prima che inizino visto che l'impresa che ha firmato la DIA è un'altra??
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.