manutenzione straordinaria o ristrutturazione??

messaggio inserito martedì 2 settembre 2008 da stef

stef : [post n° 171485]

manutenzione straordinaria o ristrutturazione??

qualcuno mi sa dire se, dal punto di vista fiscale o comunque della convenienza economica del committente, è preferibile dichiarare in DIA una ristrutturazione edilizia o una manutenzione straordinaria?(intendo a parità di opere ovviamente, laddove le "sfumature" consentano indifferentemente la dichiarazione dell'una o dell'altra)
Laura :
Collegati all'agenzia delle entrate di Pescara, è il centro a cui va spedita la pretica fiscale li troverai dei file pdf di guida alla detrazione che ti possono aiutare.
clacla :
Con la ristruturazione edilizia hai sempre iva 10%.
Con la DIA ha iva al 10% fino alla fine delle agevolazioni ovvero fino alla durata dalla norma transitoria attuale che prevede iva al 10% anzichè al 20%.
Ti puo convenie la ristrutturazione per gli acquisti che fai direttamente come committente perchè avresti iva al 10% invece del 20%.
Un dubbio ma non paghi oneri nel caso della ristrutturazione?
Il consiglio di Laura del sito dll'agenzia delle entrate è validissimo condivido in pieno.
Saluti
stef :
grazie Laura, cmq conosco quei fascicoli, è che ci vuole tempo per leggerli e "interpretarli"!
grazie clacla.. se è come dici tu allora non dovrei avere dubbi..per gli oneri hai ragione avendo una piccola trasformazione di un locale da "magazzino" a parte di soggiorno e devo calcolarne gli oneri, (cmq bassi) ma questa trasformazione non necessariamente mi fa ricadere in ristrutturazione..o tu pensi di si? il cambio di destinazione d'uso non è esteso a tutto il fabbricato nel caso di ristrutturazione edilizia?
Laura :
Per esperienza quei fascicoli vanno letti ed anche per bene!
Se sei il progettista o direttore dei lavori o committente hai precise responsabiità non sottovalutarle. Inoltre sicuramente l'aspetto fiscale è curato da un dottore commercialista che non conosce la differenza tra le tipologie di interventi potrebbe chiederti di dichiararne una e poi fare altro...ma chi firma sei tu! Attento anche all'impresa!
stef :
è vero dovrei leggerli, ma non se ne può più che noi architetti dobbiamo sapere tutto di tutto, adesso anche sulle detrazioni fiscali!!! e quando pensiamo a fare dei bei progetti??? ciao Lauretta!
Laura :
.......quante.....ne dovrai vedere!!!!
stef :
non sono nuovissimo..ho 34 anni e ne ho fatte di DIA..tu sei "anziana" ??? in che città o zona operi?
clacla :
Per mia personale esperienza i commercialisti in questo campo non ci capiscano un cippa e spesso danno informazioni sbagliate.
A volte ho spiegato io al commercialiste delle ditta come doveva fare la fattura (indicazione mano d'opera iva 10% ecc.), oppure inviargli i dettagli della norma perchè sosteneva il contrario delle legge vigente.
Concordo sul consiglio di farsi una cultura in materia, preparati poi uno schema di dichairazione che io faccio sempre a nome del proprietario e da lui firmata.
Saluti
PS sarà che nel fisco ci sguazzo volentieri, ma fregare il commercialista è una soddisfazione !!
Laura :
Ho avuto le stesse esperienze della collega che interviene!
In materia di detrazione fiscale poi.....il commercialista si vantava con il committente che tutto si poteva....ovviamente a carico mio! In sostanza avrei dovuto scrivere quello che diceva lui senza tenere conto delle mie responsabilità.....tanto erano le mie!
Sono riuscita a dimostrargli che almeno nelle mie materie avevo ragione. Fate lo stesso altrimenti la nostra professione avrà sempre meno valore.
Un saluto!
P.S.x stef.: anziana..proprio no!
elena :
ma quanto dura la norma transitoria attuale che prevede iva al 10% anzichè al 20%?
Ho provato a cercare il sito dell'agenzia delle entrate di pescara ma non lo trovo. Forse vi riferite al sito dell'agenzia delle entrate in generale?
E un'ultimo chiarimento: l'iva al 10% è su tutto (materiale e manodopera) o solo manodopera?

Grazie a tutti per i consigli
stef :
certo che bisogna sapere ciò che si fa..ma si sa che per stare dietro a certe cose si rischia di trascurarne altre..ci sono bravi architetti bravi a menar bene le carte e a consigliare gli incentivi che però progettano da cani! per non parlare di quelli ben intrallazzati..
Di sicuro qui la burocrazia ci sta castrando sempre di più...
laura non mi hai detto quanto sei giovane e dove operi!!!
clacla :
Dal guida dell'agenzia delle entrate:"Per effetto della proroga disposta dalla legge Finanziaria per il 2008, sugli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria per il recupero del patrimonio edilizio a prevalente destinazione abitativa, effettuati fino al 31 dicembre 2010, si applica l’aliquota Iva agevolata del 10 per cento.
L’aliquota agevolata è applicabile sia alle prestazioni di lavoro che alla fornitura di materiali e di beni, purché, questi ultimi, non costituiscano una parte significativa del valore complessivo della prestazione. I beni significativi sono stati espressamente individuati dal decreto 29 dicembre 1999."
Ricorda che il 10% non vale per beni acquistati direttamente dal committente ma solo se c'è fornitura e posa.
Saluti
stef :
Quindi in definitiva, fatti salvi eventuali oneri per il cambio di "utilizzo" di un locale all'interno dell'abitazione nel mio caso, fare ristrutturazione o manutenzione straordinaria ai fini pratici è indifferente per il Committente, giusto?
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.