fine lavori

messaggio inserito giovedì 5 febbraio 2009 da vale

vale : [post n° 187578]

fine lavori

Salve a tutti
Sono circa due anni che ho terminato i lavori di costruzzione ad una nuova abitazione con regolare concessione edile.
Nel 2008 il fabbricato viene accatastato senza nessuna chiusura dei lavori .
Dico senza chiusura dei lavori perchè quando erano giunti i termini, mi sono accorto che il comune mi aveva rilasciato la concessione edile su un primo proggetto, (diverso dall'attuale) modificato poi dal geometra a mia insaputa.
Vorrei gentilmente sapere se posso chiudere i lavori lo stesso oh se devo obligatoriamente fare una variate edile sostenendo altre notevoli spese economiche.
A cosa vado incontro se non chiudo i lavori entro i termini previsti dalla legge?
Quali sono le alternative? e soprattutto posso cambiare geometra dato che la causa di tutto questo è sua?
Grazie mille
Vale.


solidred :
credo che per fare le cose bene e non avere poi problemi in futuro, in caso di vendita successione o anche di altre modifiche da fare, sia bene allineare quanto concessionato con lo stato attuale dell'abitazione con una variante se è ancora valida la concessione rilasciata, se è decaduta bisogna rinnovarla adducendo dei motivi al rinnovo o chiedere un nuovo rilascio. Una volta allinato quanto progettato e depositato in comune con quanto realizzato bisogna anche variare l'accatastamento se non c'è corrispondenza tra accatastamento e casa costruita. Per ciò che riguarda il geometra puoi avvalerti di altro tecnico comunicando al geometra il sollevo dall'incarico conferito e regolando quanto dovutogli per le competenze da lui espletate. nel caso ritenessi che non ha svolto adeguatamente il proprio incarico dovresti contestare la fattura (avvocato ed ecc che non porta mai a un granchè).
beppe :
Se i lavori non sono ultimati nei termini di 3 anni dal loro inizio allora sei fuori termine e quindi va ripresentata una nuova DIA, in cui si specificherà che i lavori per motivi.....non sono stati portati a compimento.
Se i lavori invece sono finiti nei tempi di legge (3 anni) ma non è stato presentato il certificato di collaudo con accatastamento in tempo debito allora vai incontro ad una sanzione di 516 euro art.23 comma 7 del TU 380/2001.
Il geom. lo puoi licenziare quando vuoi, e il certificato di collauodo te lo puoi far fare da un qualisasi altro tecnico abilitato che ti certifica i lavori.
In ultimo, sia ben chiaro che la fine lavori non è un documento indispensabile e obbligatorio che va presentato dal committente, ma è parte integrante del certificato di collaudo che rilascia il tecnico, dove ovviamento lo stesso menzionerà che i lavori essendo ultimati in data...........
Una volta che al comune arriva il certificato di collaudo con la ricevuta della richiesta di accatastamento, ecco che viene uffcializzato la fine lavori.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.