diffida art. 1667 del codice civile

messaggio inserito mercoledì 18 febbraio 2009 da D.L.

D.L. : [post n° 188931]

diffida art. 1667 del codice civile

Salve,
Sono un giovane architetto alle prime armi e sto facendo il D.L. di una piccola costruzioni di due piani che devo alloggiare un ascensore per disabili.
Ho ricevuto una lettera dell'avvocato del committenza che diffida il D.L. e la ditta che starealizzando il lavori secondo l'art. 1667 del codice civile. L'art. in questione parla esclusivamente di vizi da parte della ditta che realizza i lavori.
Aiutatemi a capire cosa devo fare....come devo comportarmi...grazie mille a tutti che mi daranno notizie e consigli.
manuse :
Se hai letto l'articolo del c.c., avrai capito che il committente sta "denunciando" delle lavorazioni non eseguite secondo la buona regola dell'arte, oppure delle lavorazioni in difformità rispetto al progetto. In questo modo il committente si mette al sicuro, in quanto se tali lavorazioni risultino effettivamente non conformi (vizi dell'opera), la ditta esecutrice è obbligata ad eseguire i lavori di ripristino a proprio carico.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.