forfettino

messaggio inserito giovedì 16 aprile 2009 da essepi

essepi : [post n° 194762]

forfettino

ipotizzando un contratto a progetto in uno studio da 2 anni, con abilitazione ma senza iscirzione all'Albo, è possibile usufriure ancora del regime agevolato in vista di un'apertura di partita iva? e se si per quanto tempo?
se invece avessi già sforato i 3 anni con il contratto a progetto, perdipiù iscritta all'ordine degli architetti, quale regime dovrei adottare?
grazie!
Fra :
tratto da "il sole 24ore": Chi è titolare di partita iva, ma non è iscritto a nessun Albo professionale, può agire in regime di Co.co.pro, solo se questa collaborazione non rientra nell'ambito dell'attività ordinaria svolta professionalmente. Questa la risposta del Ministero del Lavoro all'interpello 65/2008. Di conseguenza i compensi della collaborazione costituiranno redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente.
essepi :
forse non mi sono spiegata bene, intendevo che attualemnte lavoro con contratto a progetto e desidererei quantificare le spese che dovrei sostenere nel caso decidessi si aprire p.iva... ciao e grazie
commercialista emanuela :
Ciao, per prima cosa ti dico che tutti coloro che stanno nella tua situazione aprono comunque con regime agevolato anche se si potrebbe obiettare che sia una prosecuzione di precedente attività. Io ti aprirei comunque perchè è talmente tanta la differenza rispetto alle situazioni ordinarie che ne vale veramente la pena. Ne potrai usufruire con aliquota agevolata al 10% per ben tre anni senza logicamente superare il tetto dei 30.000 euro
Ciao
email
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.