che nervoso...

messaggio inserito martedì 21 aprile 2009 da bonaparte

[post n° 195299]

che nervoso...

scusate lo sfogo ragazzi, ma da poco mi sono iscritta all'albo e aperto p.iva abbastanza "costretta" dal fatto che lo studio x cui collaboro nn assume nessuno x principio... quindi, a me va bene così, xò visto che sono in questa posizione nn dovrei essere costretta ad orari e conteggi di ferie etc... inoltre dovrei avere diritto ad una qualche ora x "gestire" le mie piccole committenze private, no?? invece xchè mi trovo OGNI VOLTA a dover discutere x prendermi 2 ore libere o devo "difendermi" se arrivo in ritardo dopo essere andata in posta o dal commercialista x la mia libera professione??
come mi devo comportare? forse ho torto marcio, dopotutto in molti pensano che chi ti da da lavorare ha SEMPRE ragione, ma io mi sento soffocare, nn ho più un secondo di tempo e questa situazione inizia pesarmi MOLTO!! se avessi voluto un lavoro "rigido", avrei cercato un posto con un'assunzione no??
:
io per quasi due anni ho lavorato nelle tue stesse condizioni: partita iva ma scenate se arrivavo con 5 minuti di ritardo, permessi per visite mediche accordati solo se mi inginocchiavo e facendomeli pesare, obbligo di portare certificato medico se stavo male e uscivo o entravo un paio d'ore prima/dopo (in barba alla privacy.. perfino un dipendente fino a 3 giorni non porta il certificato, e cmq il datore non può pretendere di sapere cosa ha avuto).
tralasciamo il compenso... ho resistito fino a che ho potuto poi me ne sono andata
:
prova a rivolgerti all'inarsind della tua città, se c'è, e senti che ti consigliano di fare
:
Scusate cos'è l'inarsind?
E poi per lo meno voi siete state pagate adeguatamente...io per tre anni ho fatto la stessa vita per soli 500 euro! La situazione in meridione è veramente terrificante, laureati ch per 300 euro fanno isegretari. Io non ho partita iva, ma sto pensand di aprirla. Quanto deve essere il guadagno per convenire l'apertura di PI?
:
lau: io prendevo 700 euro per fare sulle 10 ore al giorno...
l'inarsind è il sindacato degli architetti e ingegneri liberi professionisti. il sito nazionale non è aggiornato, cerca con google inarsind+ tua città
:
io ho stipulato un contratto ad ore, proprio x essere un po' più libera, quindi non lavoro 2 ore= mi vengono sottratte 2 ore... quindi dov'è il problema se manco un giorno, nn mi pagano neppure!!! cmq prendo 7E all'ora al netto delle tasse... all'incirca una babysitter :-)
:
dubito che un sindacato possa fare qualcosa.
se hai una partita IVA sei un libero professionista, quindi sei "libero" (notare le virgolette) di sceglierti il lavoro che vuoi.
Ma qualsiasi rapporto di lavoro deve (dovrebbe) essere improntato nel rispetto delle reciproche esigenze.
Invece molti tendono a prendersi il dito, la mano e il braccio. Non tutti. Molti altri capiscono che per poterti chiedere di più, in alcune occasioni devono anche cedere qualcosa. Insomma la flessibilità e la disponibilità deve essere reciproca.
Per esperienza, sono tutte cose che andrebbero chiarite (da entrambe le parti) prima di iniziare un rapporto di collaborazione. Non è facile.
:
purtroppo fino a che c'è gente disposta a lavorare così non c'è la possibilità di cambiare nulla! vai via tu, ne arriva un altro.
io, nel mio piccolo, mi sto difendendo non accettando lavori così, preferisco investire più tempo su me stessa che sacrificare la mia libertà per sciacalli approfittanti di tale specie. mi fu proposto tempo fa un lavoro con p.iva e obbligo di presenza quotidiana, nonchè straordinari nel weekend, risposi che se volevano un tipo di collaborazione così avrebbero dovuto assumermi, con tutti gli annessi e connessi (ferie, malattia, etc...), altrimenti fattura=libertà, non c'è proprio da discutere. mi risposero che ragionavo proprio da libero professionista (grazie a Dio!, dico io) e che non potevano assumermi, ma tanto avrebbero trovato un'altra persona!
Se ci rifiutiamo in blocco a questo trattamento forse arriviamo a qualche risultato, ma fino a che c'è un altro dietro di noi pronto a sottostare a questi ricatti morali non abbiamo speranza. e non lo dico da persona che naviga nell'oro, lo so che lo stipendio fa comodo a tutti, ma preferisco fare lavoretti alternativi in cui rispettano le mie ore di lavoro, di qualunque tipo siano.
:
eh ragazzi, la solfa è sempre la stessa...Stessa situazione l'ho vissuta per due anni, con contratto a progetto (notare che anche con questo contratto le ore non dovrebbero essere quelle canoniche..), urlate per ritardi, straordinari di routine, mai pagati ovviamente e mai ringraziata...
Ora mi ritrovo senza contratto e me ne sono andata (mi deve ancora 2 mensilità ma era disposto a rinnovarmi il contratto, pensate che bravo, gratis me lo rinnoverebbe anche per tutta la vita ahhahahah), senza contributi pagati (l'ho scoperto per errore) e soprattutto..si è "scordato" di comunicare al commercialista che nn ho rinnovato e firmato nulla a gennaio, quindi ho scoperto, sempre per caso, di risultare ancora a contratto da loro per tutto il 2009!!!
vado a risolvere tutte le magagne, ma davvero non c'è limite al peggio!!!!
:
è semplicemente scandaloso! stessa esperienza pure per me! sono i soliti 4 vecchi spietati! non capisco come gli sia permesso dalla legge! le cose tristi sono fondamentalmente 2 e dobbiamo capirle in fretta cari amici: 1) hanno bisogno di noi! non sanno neanche accendere un pc per non parlare dei 3d e ci danno 50 euro marci per fare una vista tridimensionale facendo sembrare la cosa estrememente semplice.... che la facessero loro! alla fine sanno che se io alzo la cresta, dietro l'angolo c'è il solito pirla appena uscito dall'università che per 20 euro fa qualsiasi cosa! RAGAZZI DOBBIAMO ESSERE UNITI!
2) questo atteggiamento porterà inevitabilmente la maggior parte di noi a fare altrettanto con i nostri futuri (se ne avremo e non andremo invece a fare i pizzaioli) collaboratori! e questo è veramente triste.
Ragazzi dobbiamo essere uniti, chiediamo al moderatore di questo sito di aprire un tavolo di confronto per stabilire delle tariffe imprescindibili e dei diritti ai quali fare riferimento. Chi vorrà lavorare con noi dovrà accettare le nostre condizioni! e saremo sempre di più
Mi raccomando, facciamo qualcosa, qualcosa di concreto
:
paolo: In/Arch aveva promosso una petizione appunto su questa questione. i firmatari non sono arrivati a 40 su tutta italia. la cosa fa oensare: tutti pronti a lamentarsi ma poi all'atto pratico tutti timorosi o pigri di prendere posizione
:
d'accordo con Fra, quando c'è da mettere una firma tutti scappano.
:
no fra, bisogna che queste petizioni siano diffuse in modo capillare! Io non ne sapevo niente altrimenti avrei aderito di corsa! E avrei fatto aderire tutti i giovani architetti che conosco!
Dobbiamo finirla di farci prendere in giro, di farci sfruttare. Io personalmente ne ho viste di tutti i colori negli studi dove ho lavorato. Mi sono sempre fatto rispettare e vado molto fiero di me stesso, ma ho assistito a scene tristi e umilianti specialmente nei confronti delle ragazze che spesso dal punto di vista creativo hanno una marcia in più.
:
grazie paolo, hai detto esattamente quello che avrei detto io! promuoviamo una petizione seria...qui siamo tutti nella stessa barca, è inutile prenderci in giro, la situazione si sta anche consolidando grazie alla nostra "omertà", e lo metto tra virgolette perchè so bene che molto spesso è involontaria, ma anche il silenzio è un'azione, e quasi sempre è negativa!
:
paolo, su FB In/Arch ha un gruppo con alcune centinaia di iscritti: mi chiedo come mai loro non hanno messo la firma.
quanto a inarsind, è vero che non è un sindacato classico visto che siamo liberiprofessionisti, però da supporto e indirizza; inoltre più iscritti ha più ha potere sulla scena anche per la riforma della professione che viene clapestata da leggi e leggine (dalla liberalizzazione della tariffe alla semplificazione del piano casa!)
:
si è veramente triste e alla fine ti fanno sentire triste e insoddisfatto. Pagano quando si ricordano, non hanno rispetto per niente e nessuno, solo per loro.. Corrono a fare le loro parcelle ma quando siamo noi a fare le nostre misere fatturine ci fanno penare..come se noi abbiamo tempo e soldi da perdere.. Viaggi nei cantieri e a sbrigare ogni genere di commissione, anche comprare la carta igienica... a rimborso zero e se gli domandi 10€ per la benzina ti fanno sentire un barbone. Si inizia con tanta voglia di imparare , ci si arma di pazienza e buona volontà ma con il passare del tempo l'entusiasmo va a farsi friggere e diventa difficile anche alzarsi dal letto per andare in ufficio.. Cambiare? Si certo, ma sembra quasi che ormai la prassi è quella di trattare la gente a pesci in faccia, sotto-sottopagata.. Mi domando a cosa serve una laurea se poi siamo pagati meno di qualsiasi altra categoria!?
E un giorno mi sono sentita dire di farmi venire "LO SPIRITO MATERNO" per insegnare Autocad a suo figlio che iniziava a studiare alla facoltà di architettura.. Sono schifata..
:
x fra. C'è ancora la possibilità di sottoscrivere questa petizione dell'InArch? Possiamo mettere un link, così si firma, mi sembra più concreto che continuare a lamentarsi "inter nos".
:
cara fra, bisogna vedere quanti di queste centiania di iscritti sono: vecchi architetti sfruttatori arricchiti negli anni 80-90... figli di vecchi architetti sfruttatori arricchiti negli anni 80-90... 50 enni che attualmente sfruttano neolaureati (e che cercano anche in questo sito solo neolaureati da usare) e via discorrendo...
Secondo me se inarsind o chi per essi volesse fare una cosa seria, potrebbe rivolgersi alle segreterie degli ORDINI DEGLI ARCHITETTI (che noi tutti paghiamo profumatamente per una bella mail settimanale e poco altro) facendosi dare le liste degli architetti fino ai 40 anni e poi vedi che casino viene fuori...
Credo che non si voglia far uscire tale casino.... tutto qui
:
mi sono confusa per similitudine di nomi: la petizione la trovate cercando su google "petizione ordini francesco amadori".
paolo, inarsind è serio.. a me hanno dato valido supporto ad esempio
:
non ho detto che non siano seri e sono contento che ti abbiano dato valido supporto. Io ho scritto: <<...volesse fare una cosa seria...>> in riferimanto a una petizione che forse non ha avuto l'evidenza appropriata. Leggi bene ciò che scrivo
:
Forse bisognerebbe coinvolgere Inarsind per vedere se ci sono i presupposti per fare qualcosa. Sinceramente ho poca fiducia nella validità di alcune iniziative "private", non per la poco serietà ma per la poca capillarità che possono avere. Su facebook sullo stesso tema si creano mille gruppi, l'obiettivo magari è lo stesso, però l'individualismo di alcuni personaggi fa si che ci si spezzetti troppo e annullando di colpo lo sforzo e l'impegno di molti.
:
giusto
:
è molto giusto firmare la petizione secondo me... MA sono tutte operazioni a lungo termine e io stò impazzendo ora, da tre anni faccio questa vita e come me tanti di voi... sicuramente fomentare la protesta serve, ma più a breve termine che cosa si può fare, chiedere un part-time??
inoltre sono già stata al sindacato e mi hanno detto che un'ottima soluzione sarebbe chiudere molte facoltà di architettura e dimezzare l'iscrizione presso i grandi atenei!!! e io cosa me ne faccio di questa indicazione?
:
OH! FINALMENTE QUALCUNO CHE SI RENDE CONTO DELL'IMPORTANZA DI ESSERE UNITI!!
bene:
allora vi segnalo che esistono diverse associazioni GIOVANI ARCHITETTI e che esiste un coordinamento nazionale GiArch, che professione architetto ha + volte segnalato:
www.giarch.it/
questa è la strada da intraprendere:
se nella vostra provincia nn esiste già questo tipo di iniziativa, promuovetela voi!!
è un'occasione di ENORME crescita professionale ed umana!
:
x paolo: è proprio il "casino" che io e altri giovani architetti stiamo organizzando sul nostro territorio.
nn si tratta di "fare casino", ma di promuovere intelligentemente e nei crismi della deontologia professionale la figura dei GIOVANI PROFESSIONISTI ITALIANI, che allo stato attuale sono fortemente penalizzati dal sistema. (siamo in contatto con i giovani professionisti anche di altri settori...e ti assicuro che tira la stessa aria ovunque).
:
Ma se addirittura si volevano fare concorsi di idee per il recupero dell'attuale disastrato Abruzzo alla quale potessero partecipare giovani architetti ed invece gli anziani si sono opposti dicendo che loro conoscono già il territorio...

Per il resto io mi son trovato negli studi tecnici a fare anche tavole "creative" per i figli degli architetti che non potevano focalizzarsi sulla "grafica" perchè dovevano studiare statica ... ;)
:
Se vi può consolare oggi non sono andata al lavoro!!!dopo un'ora di parolacce, bestemmie e vaffa...di ieri. Ho detto basta dopo due anni!!!Speriamo bene!!!
In bocca al lupo a tutti!!
:
oh ragazzi..ennesima giornata di arrabbiatura, adesso basta, son 6 mesi che son a casa, risulto occupata senza che abbia firmato un contratto, mi devono soldi e contributi, sindacati, centro per impiego, ispettorato del lavoro, s. Gennaro e sant'ambrogio...facciamo qualcosa perchè non si può andare avanti così!!!!
Scusate l'ennesimo sfogo...
:
ribadisco: nn sottovalutate la possibilità di fare gruppo e riunirvi localmente in associazioni o prendere parte a quelle esistenti...
contattate il coordinamento nazionale giovani architetti e fatevi dare delle dritte.
:
ha ragione trilly, se non si fa gruppo resta tutto vago. oltre ai gruppi giovani, che funzionano diversamente a seconda della città, valutate anche l'inarsind che ha nello statuto proprio l'obiettivo di vigilare sullo sfruttamento dei giovani professionisti
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.