scrostatura pareti intonaco

messaggio inserito venerdì 22 maggio 2009 da davide

davide : [post n° 198417]

scrostatura pareti intonaco

ciao a tutti,
per una ristrutturazione interna secondo voi devo prevedere la scrostatura del vecchio intonaco fino alla muratura o sulle pareti che rimangono lo si lascia e si rappezzano le traccie dell'impianto elettrico e basta? voi cosa fate di solito?
grazie mille e scusate la domanda neeee
beppe :
Certo fai solo il rappezzo. Il muratore sa cosa fare.
delli :
dipende dallo stato dell'intonaco: se è rasato male oppure tende a staccarsi o a sfogliarsi oppure è mal messo, lo si rimuove, anche solo puntualmente... altrimenti si lascia
altra soluzione potrebbe essere, eventualmente, una scarifica leggera e solo uno strato di finitura
bye bye
puntiglioso :
mi aggiungo supponiamo di dover rifare l'intonaco di una facciata di un edificio in muratura anche solo localmente dove si stacca o è mal messo.

si creeranno delle differenze
beppe :
Allora l'intervento di rappezzo o come vogliamo chiamarlo, ha una differenza da finitura a finitura. E' chiaro che un intonaco trattato a frattazzo di spugna implica una finitura che può essere più o meno rustica a secondo della grana dello strato finale e in buona sostanza non ti fa vedere nulla. Poi c'è anche la bravura del muratore che riesce a non far vedere nulla. Infine con una bella tinteggiata ed è fatta.
Se poi si ha un intonaco liscio allora l'intervento richiede maggiore manualità e finezza di escecuzione. ma anche qui se poi alla fine tnteggi il tutto non si vede nulla.
Per intonaco di facciata qualora si usano intonaci colorati pronti allora la cosa cambia. Qui inevitabilmente si vede la differenza di tonalità di colore anche perchè a distanza di anni il vecchio tende sempre a cambiare tonalità a causa del sole, pioggie e soprattuto smog.
Ily :
E' chiaro che nei rappezzi degli intonaci di facciata si usa una malta analoga: in un intonaco a calce aerea farai una malta di calce, di cocciopesto una malta di cocciopesto ecc... A meno ovviamente che non si voglia una casa a pois ;-)
Gianluca :
Per esperienza ben fatti che siano si vedranno sempre dipende anche se c'è luce radente o no.....io quando faccio i capitolati per l'impresa con cui lavoro metto questa dicitura!
I rirpistini delle rasature nuove sulle pareti vecchie possono rendersi evidenti a seguito delle tinteggiature, per evitare il problema si deve valutare l'ipotesi della rasatura totale delle pareti interessate dalle lavorazioni.
beppe :
x gianluca....ti garantisco, ma poi anche non credermi, che se il rappezzo è fatto a regola d'arte e viene eseguita una buona camicia di stucco prima di tinteggiare sulla parte in questione non si vede neanche i controluce. Tutto dipende dai mastri muratori. Certo che se il rappezzo presenta un bozzo sulla parte richiusa non è un rappezzo a regola d'arte.
marco :
su esperienza personale si possono fare ( anche a regola d'arte ) riprese parziali di intonaco....da controllare e conoscere e' la compatibilita' dei materiali se palesemente diversi ( nel tempo e nella qualita' ) possono esserci eventuali distacchi o fessurazioni.
rebi :
Per esperienza personale da muratore dilettante, ti garantisco che dopo aver controllato che il tuo intonaco (lo senti anche battendo sul muro con le nocchie) non sia staccato o fessurato nel qual caso stucchi solamente le parti deteriorate, i rattoppi non si vedono assolutamente,naturalmente se la stuccatura è fatta aregola d'arte e si stende un buon fissatore.
puntiglioso :
ciao scusate per il ritardo.

grazie tante

però non ho capito quale è la voce di capitolato che metti sempre
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.