Contributo minimo Gestione Separat INPS

messaggio inserito venerdì 23 ottobre 2009 da ^noel^

[post n° 212641]

Contributo minimo Gestione Separat INPS

Ciao a tutti.
Volevo sottoporvi un quesito riguardante la Gestione Separata, ma prima vi spiego un secondo la situazione.
A gennaio 2009 ho aperto la P.IVA e non essendo (allora) ancora abilitato sarei stato costretto a pagare i contributi all'INPS. Però, non avendo emesso alcuna fattura (al momento risulto tirocinante...), in teoria non dovrei pagare alcunché di contributi previdenziali (così mi disse a suo tempo la commercialista).
Ora, però, ovviamente sorge il dubbio, insinuato da più fronti. Esiste questo contributo fisso minimo (tipo quello applicato da INARCassa)? Perchè da qualche parte leggevo di un fantomatico 2'700€ circa da pagare e, se così fosse, vado dalla commercialista con un machete O_o
Oltretutto, avendo superato l'esame di stato, da Gennaio pagherò INARCassa e quindi, oltre ad essere proprio uno spreco di soldi, sarebbe anche inutile pagare contributi all'INPS.

Qualcuno sà darmi indicazioni?
:
Non uccidere la mia collega. Con la gestione separata non esiste un minimo fisso di contribuzione. Quello (circa 3.000,00 euro annui) si ha con inps gestione artigiani e inps gestione commercianti.
Tranquillo! Sò di far parte di una categoria odiata, ma da molti ti assicuro che siamo amati
Ciao
email
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.