acquisto e frazionamento immobile

messaggio inserito martedì 16 febbraio 2010 da beuta2

beuta2 : [post n° 223591]

acquisto e frazionamento immobile

io e mio marito ,per risparmiare, vorremmo acquistare una casa grande insieme a mio cognato e dividerla anche catastalmente.Che tipo di pratiche ci sono da fare e chi le deve fare: il proprietario che vende a due persone o noi nel momento dell'acquisto. Abbiamo le idee molto confuse.
grazie.
Giulia :
ovviamente dovete farlo voi perchè a voi interessa avere due appartamenti e non uno!
dovete fare una pratica per frazionamento d'immobile dopo averlo acquistato (quindi lo acquistate con tuo cognato e poi dopo averlo diviso, dividete anche la proprietà da un notaio). Il frazionamento richiede una concessione edilizia, quindi è una pratica in cui dovrete pagare anche gli oneri concessori. In alternativa potete chiedere al proprietario di iniziare lui la pratica di frazionamento, così al momento della vendita risultano già divisi, ma non credo che alcun proprietario si impegni a fare una cosa del genere.
Ily :
Direi di contattare direttamente un architetto di vostra fiducia: lui potrà esaminare in dettaglio il vostro caso, darvi tutte le informazioni necessarie e anche preparare i progetti, le variazioni catastali e la pratica per il comune.
Comunque, per rispondere rapidissimamente alle tue domande:
- ovviamente sarete voi a fare il frazionamento dopo aver comprato l'immobile: il venditore non è certo tenuto a farlo. Oppure, potete mettervi d'accordo direttamente con il venditore.
- in linea di principio per il frazionamento di un'unità immobiliare serve una DIA (denuncia di inzio attività) e bisogna pagare gli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria al comune (in alcuni comuni però le cose possono essere un po' diverse: sarà il vostro architetto a dirvi cosa fare nel caso specifico). Occorre però vedere se, in base al piano regolatore, l'intervento è fattibile.
- a fine lavori, e prima di abitare l'immobile, bisognerà ottenere l'agibilità.
- dal punto di vista catastale si farà un frazionamento con creazione di un nuovo subalterno.
- se comprate la proprietà pro-indiviso, dovrete fare un atto dal notaio per decidere se intestare un'appartamento a te e l'altro a tuo cognato.
In bocca al lupo.
Ily :
Vi consiglio di contattare l'architetto PRIMA di comprare l'immobile, e chiedergli di verificare per voi se l'intervento è fattibile: il contrario sarebbe decisamente una brutta sopresa!
Se non avete scelto ancora l'immobile, potreste anche farvi aiutare dall'architetto a sceglierlo.
olli :
Di solito in questi casi si procede con molta cautela e per gradi perchè a parole la cosa sembra conveniente e facile in realtà cela delle possibili insidie e spese non indifferenti.
Condivido come detto sopra di contattare un architetto, che dovrà in primis verificare non solo la conformità urbanistica dell'immobile oggetto di compravendita ma la possibilità della suddivisione in due Unità Immobiliari cioè se prevista da Regolamento Urbanistico del tuo comune, in base alla quale poi verrà deciso il da farsi.
Fatto questo per ciò che riguarda la parte strettamente legata al trasferimento della proprietà e contestuale frazionamento consiglio vivamente di rivolgersi ad un notaio di fiducia che saprà come perfezionare i rapporti tra i due intestatari e il proprietario del bene da alienare.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.