RIFACIMENTO INTONACO..DIA

messaggio inserito venerdì 19 marzo 2010 da mary

mary : [post n° 226891]

RIFACIMENTO INTONACO..DIA

un immobile vincolato come bene storico possiamo rifare l'intonaco esterno e la coloritura identica a come è attualmente senza chiedere la DIA?il comune ha detto che devo chiederla per la soprintendenza..mica mi torna..sarebbe manutenzione ordinaria..
salvatore :
da un'occhiata all'art.149 del codice dei beni culturali e del paesaggio DL n.42/2004...
gab :
Se fai l'intonaco secondo me è straordinaria, no ordinaria
ema :
Ho seguito un lavoro simile l'anno scorso, rifacimento colore e piccole parti di intonaco su un campanile. Dopo il nullaosta richiesto in soprintendenza ho fatto una comunicazione in comune per manutenzione straordinaria alle facciate e ho potuto cominciare i lavori il giorno seguente. Informati comunque nel tuo comune perchè le norme cambiano in continuazione!!!
BeppeS :
Devi chiedere il N.O. alla soprintendenza. Quando l'avrai avuto presenta inizio lavori in soprintendenza e se vuoi (non è obbligatorio, ma dipende dal comune) una semplice comunicazione al comune.
mary :
se non rifaccio l'intonaco ma soltanto la coloritura identica a come è adesso devo comunque chiedere il Nulla Osta? cioè 120 giorni?! per posizionare i dissuasori per i piccioni in soprintendenza gli basta una comunicazione, ed anche per sostituire le gronde con altre identiche.è già approvata una DIA ma non era previsto il colore esterno ed altro, così volevo vedere se riuscivo ad evitare una VCO
salvatore :
scusate ma come mi spiegate quanto riportato nell'art. 149 del codice dei beni culturali? "Fatta salva l'applicazione dell'articolo 143, comma 4, lettera a), non è comunque richiesta l'autorizzazione prescritta dall'articolo 146, dall'articolo 147 e dall'articolo 159 a) per gli interventi di manutenzione ordinaria, straordinaria, di consolidamento statico e di restauro conservativo che non alterino lo stato dei luoghi e l'aspetto esteriore degli edifici"
salvatore :
in ogni caso il confine tra manutenzione ordinaria e straordinaria per le facciate è molto labile...un conto è intervenire solo in superficie (rifacimento del colore) altro conto è intervenire sulla "struttura" della facciata (rifacimento dell'intonaco)...nel primo caso basterebbe in alcuni comuni osservare le indicazioni del piano del colore...ad esempio roma nè ha appena approvato uno...
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.