help!!

messaggio inserito mercoledì 21 luglio 2010 da ciccioarch

ciccioarch : [post n° 237587]

help!!

cari colleghi cerco di riassumere il mio problema: casa di campagna, suddivisa per eredità in tre parti tutte accastatate come abitazioni.due parti sono molto mal ridotte e necessitano lavori interni (impianti, infissi ecc) i due proprietari vogliono fissare qui le rispettive residenze ma ora cominciano i problemi. esiste un unico numero civico derivante dall'immobile non frazionato, i vigili urbani mi dicono che prima di poter fare il cambio di residenza c'è bisogno che l'ufficio tecnico e l'anagrafe del comune assegnino i nuovi numeri civici; ma l'ufficio tecnico non mi assegna nuovi numeri civici se l'immobile non ottiene l'agibilità o abitabilità cosa che ora non sussiste.ma se i proprietari non ottengono la residenza saranno costretti a pagare l'ICI fino a lavori ultimati ed inoltre senza nuovo numero civico non si possono neppure fare i nuovi allacciamenti dell'enel..possibile che ottenere una cosa così semplice sia così difficile??
mary :
purtroppo è esattamente come hai detto, non credo ci siano escamotage. comunque anche a logica come fanno a prendere la residenza in unità "mal ridotte" senza corrente, infissi??
ciccioarch :
si mary hai ragione, ma il problema è che è un po' un cane che si morde la coda..perchè se i locali non sono abitabili non posso ottenere il numero civico e se non ottengo il numero civico non posso avere il contatore..e così via all'infinito
mary :
Prima dovete fare i lavori, poi chiedere l'abitabilità ed il numero civico e poi la residenza,anche perchè i vigili fanno i sopralluoghi per verificare i cambi di residenza(soprattutto tra comuni diversi),ed anche se riuscite a fare il cambio di residenza se poi fanno un controllo e vedono lo stato dell'immobile e che non ci abitano effettivamente parte pure una denuncia
desnip :
Ma non capisco, non può esserci lo stesso civico per tutte e tre le abitazioni? E i condomini con centinaia di appartamenti?
fulser :
si, il numero può essere lo stesso ma poi ci devono essere gli interni.
Così ti puoi ritrovare il n° civico 14/a, per esempio. O 14/1 ecc ecc.
desnip :
Boh... abito in una casa unifamiliare, quindi non capisco.
Però il mio studio, ad esempio, si trova al n. 18, stesso n. civ. che hanno i 2 appartamenti sovrastanti, senza interni e niente...
ciccioarch :
si ragazzi il vostro discorso è giusto..però un conto è un edificio multipiano con un unico ingresso..un conto sono unità immobiliari con ingressi separati come nel mio caso...tutto deriva da un'unica masseria con un unico numero civico, ma ora che l'immobile è stato diviso in tre parti con tre proprietari diversi, la maledetta burocrazia prevede e mi obbliga ad avere un numero civico distinto per ogni abitazione..cmq vi ringrazio come sempre dei vostri interventi..
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.