impianto elettrico esterno!

messaggio inserito lunedì 20 dicembre 2010 da grazz

[post n° 250558]

impianto elettrico esterno!

salve colleghi, ho un consiglio da chiedervi.
sto ristrutturando una masseria antica con muri in tufo non intonacati ma semplicemente trattati a calce e tali resteranno anche dopo i lavori. dovendo rifare tutto l'impianto elettrico e non volendo "distruggere" i muri con le tracce per i cavi e le cassette delle prese ed interruttori, stavo pensando di utilizzare un impianto esterno di quelli in uso nelle case primi novecento con cavi esterni rivestiti in tessutoe fissati al muro con elementi in ceramica. ne ho visti molti in giro e oltre a risolvere il problema di cui sopra, si accorderebbero molto bene (anche a detta del proprietario) con l'arredamento che sarà quasi esclusivamente fatto di pezzi di antiquariato.
prima di parlarne con l'elettricista volevo raccogliere un po' di vostri pareri sulla riuscita di tale impianto dal punto di vista della durabilità, convenienza o meno economica ecc.
che ne pensate? qualcuno di voi ha già esperienze dirette/indirette a tal senso?
confidando nella vostra gentilezza e disponibilità vi auguro buona serata.
(n.b.: ovviamente per l'impianto sarà possibile fare le tracce nel pavimento che sarà sostituito)
:
si chiamano rispettivamente: treccia elettrica ed isolatori in porcellana. Ma c'è anche dell'altro per avere un impianto completo. Oggi sono realizzati norma.

Ti do questo link:

http://shop.puntoluce.net/department/261/Le-Prolunghe-serie-Tonda.html
:
wow è proprio quello che cercavo..probabilmente gli elementi costeranno un po' di + però c'è da dire che si evitano le spese per le tracce nei muri e quindi tutto sommato il lavoro è fattibile..
grazie mille!!
:
Ciao, io questo impianto l'ho fatto in casa mia ed effettivamente si sposa perfettamente con questi tipi di case. La maggior parte dei cavi corrono sui travi scendendo sul muro solo dove decidi di mettere prese e accensioni. Secondo me il risultato è ottimo, anche se è costoso specie se usi prese e accensioni in ceramica, però ne vale la pena!
:
Complimenti vivissimi per la scelta di lasciare i muri semplicemente imbiancati a calce senza intonaci :-)))
E complimenti anche per la scelta dell'impianto elettrico :-)))
Ti porto la mia esperianza: la casa dei miei nonni, che ormai ha quasi 60 anni, ha un impianto elettrico in parte sottotraccia e in parte a vista, e ti garantisco che dopo 55 anni funziona ancora benissimo :-)))
:
grazie mille ily..la mia scelta è stata fatta in maniera semplice..si tratta di una masseria del 1907 e i muri sono stati sempre così quindi mai mi sarei permesso di intonacarli o applicare materiali diversi da quelli originali..e non vorrei mai trivellare i muri con le tracce dell'impianto...per fortuna ho trovato un committente illuminato che mi appoggia in queste scelte progettuali!!
cmq è un piacere ricevere i tuoi complimenti!!
:
X Grazz

Che meraviglia sentire parole come le tue!!! Sono sicura che verrà una casa meravigliosa, una di quelle vecchie case in cui si vedono i decenni passati, si sente la presenza delle generazioni che si sono succedute... scusami la poesia di bassa lega ma è veramente bello sentire questo (amo visceralmente le case vecchie) :-)
:
grazie ancora ily...sono contento delle tue parole..è una struttura molto semplice e così voglio lasciarla...si tratta di una struttura a volta con archi laterali dove c'erano le mangiatoie..in più c'è addossato un capannone + recente..il tutto verrà trasformato in abitazione lasciando però intatte le strutture esistenti..anche laddove i muri sono grezzi (si trattava in parte di un ex granaio) verranno semplicemente ridipinti a calce..cambierò solo i pavimenti che attualmente sono in battuto di cemento ma troppo rovinati..li sostituisco con un pavimento in pietra natura.. per il resto interverrò il meno possibile!!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.