voltura: copia conforme atto notarile

messaggio inserito lunedì 30 maggio 2011 da francesco

francesco : [post n° 263957]

voltura: copia conforme atto notarile

salve a tutti!
devo fare una voltura,a Roma, per ricongiungimento di usufrutto, causa decesso del genitore della cliente. se non sbaglio devo consegnare una "copia conforme dell'atto notarile" ad uso voltura (l'atto da cui si leggono le proprietà dell'immobile quando lo comprarono), giusto? ma io dispongo soltanto di una copia fotocopiata dell'atto (rogito), è sufficiente o ci vuole altro?
grazie mille, a presto
desnip :
Certo che va bene, mica ci vuole l'originale...:-)
francesco :
ok grazie!
beppe :
Tu non verrai mai in possesso della copia originale. I contratti che vengono consegnati dai notai ai venditori ed acquirenti sono copie conforme all'originale, in quanto la copia originale viene tenuta dal notaio nei suoi archivi. Basta andare all'ultima pagina di un quasiasi rogito e vedete cosa c'è scritto: "copia conforme all'originale". Quindi quando presentiamo le pratiche con i titoli di proprietà (atti di vendita) allegato per correttezza si deve scrivere: "si allega fotocopia della copia conforme all'originale".
Kia :
Gli originali dei contratti di compravendita si trovano alla Conservatoria dei Registri Immobiliari.
beppe :
x Kia.
Non è così Kia.
L'originale è soltanto uno, ovvero è quell'atto che viene sottoscritto in calce di proprio pugno d'avanti al Notaio e rimane negli archivi del Notaio sino a che esso svolge la sua attività nel suo distretto o sino a quando esercita la professione. Se cambia distretto o cessa l'attività tutti i contratti stipualti nell'ultimo distretto vanno depositati all'archivio notalie del distretto medesimo. Alla Conservatoria lui presente la nota di trascrizione in duplice con copia dell'atto, una delle quali viene restituita.

Cmq puoi dare una occhiata qui:
www.giustizia.it/giustizia/it/mg_2_2_1_3.wp;jsessionid=76865138DCE8F…

e qui:

www.coffeenews.it/limportanza-di-sapere-cosa-e-la-trascrizione-di-un…
Kia :
Beppe, scusa avrai anche ragione ma a me quando serve un atto di compravendita vado in conservatoria dei registri.Quindi nn so....
desnip :
Infatti in conservatoria si può avere facilmente e con pochi euri una copia della nota di trascrizione (basta fare una visura ipotecaria).
Per avere una copia dell'atto (anzi una copia della copia, come dice beppe), bisogna andare all'archivio notarile e lì l'iter è molto più complesso.
beppe :
xKia.
Si hai ragione Kia, ma ti danno una copia della copia. Se hai un atto vidimato dal notaio vai alla fine e leggi cosa c'è scritto: copia conforme. Perchè l'originale, quella sottosctitta con la penna blu, ce l'ha solo il notaio. Io cmq non vado mai alla conservatoria, ma mando direttamente il cliente dal suo notaio qualora avesse smarrito l'atto. Il costo dovrebbe essere zero, ma sapendo che i notai si fanno pagare anche l'aria che respiri nel loro studio, sono certo che si faranno pagare magari le fotocopie e l'autentica. Poi se il notaio non c'è più allora puoi fare come dice desnip. Davvero una casta quella del notariato!!!!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.