sanatoria edilizia libera

messaggio inserito mercoledì 2 novembre 2011 da claudia

[post n° 275647]

sanatoria edilizia libera

ragazzi aiuto! ho un problema con casa mia!!!
ho avuto urgenza di ristrutturare la casa e in comune era depositata una planimetria con una portafinesta nel posto sbagliato, spostata di 1,5 praticamente da come è stata realizzata 50 anni fa, visto che avevo furia (ero in affito e con il mutuo non ce la facevo!) ho fatto con edilizia libera ai sensi del 380 i lavori e rappresentando in planimetria la porta come è in comune (quindi il falso)... ora devo fare altri lavori che però richiedono una scia... come posso fare a sanare questa cosa??? aiutatemi vi prego sono veramente persa.... e di sicuro non posso chiederlo in comune!!!
:
Ciao Claudia. Non angosciarti, è assurdo ma è quasi normale riscontrare tali difformità. La legge imporrebbe un'accertamento di conformità (art. 37 dpr 380/01)col quale, con un p.d.c. in sanatoria, vai a sanare, con una sanzione minima di 516 e rotti euro (dubito che te la aumentino), quanto costruito in difformità. Si può sanare solo ciò che non è in contrasto con i regolamenti dell'epoca dell'abuso e con gli attuali. Se la finestra nella posizione attuale non è sanabile, dovrai spostarla nella posizione originale o concordare col tecnico del comune una posizione alternativa. Inoltre, trattandosi di un edificio non recente e di un intervento sugli esterni occorre verificare se ci sono vincoli paesaggistici o se l'edificio ricade nel centro storico e quindi se occorrono richieste di autorizzazione preliminari al p .d.c. in sanatoria. Spero di non aver tralasciato nulla, ciao, fede
:
grazie!
allora non è nè in contrasto, nè vincolato... però io a questo punto dovrei far finta di averla spostata ora invece che dichiarare che è sempre stata cosi, ma posso farlo visto che avevo presentato come titolo edilizio la libera e straordinaria manutenzione ? non è chr mi denunciano??

ma secondo te non potrei far finta di farla con il permesso che vado a chiedere??? il problema sono le cerchiature che non ci sono e invece per normativa in una nuova finestra andrebbero fatte... uffa guarda ma proprio su casa mia un casino cosi!!!!! help...
:
Allora, se nella pratica precedente tu hai asseverato che lo stato esistente corrispondeva all'assentito,magari inserendo disegni e citando la vecchia pratica, non è più plausibile che tu non ti fossi accorta della difformità. Chiedere ora l'accertamento di conformità ti mette nella condizione di ammettere che hai "mentito". Le alternative, che deontologicamente non dovrei consigliarti, di fatto sono quelle che intravvedi tu: verifica che la porta finestra sia effettivamente realizzabile lì dove è ora e prova ad inserirla nella pratica come nuova opera, sperando che non escano controlli e non richiedano foto dell'esistente. Ciao, Fede
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.