rispostiglio che diventa bagno

messaggio inserito giovedì 1 dicembre 2011 da eli

[post n° 277890]

rispostiglio che diventa bagno

Buongiorno,
devo fare una perizia immobliare , ma
quando ho visitato l'alloggio in oggetto mi sono accorta che
a posto el ripostiglio è stato fatto un bagno, sensa spostare nessun muro,
Ma la piantina catastale non è aggiornata.
Il mio cliente deve aggiorntare con il Docfa al catasto??
Grazie
:
secondo me andrebbe aggiornata in comune (SCIA in presa d'atto se non ci sono variazioni essenziali) e a catasto.
:
Dovresti fare una sanatoria... se fai il solo docfa rimane sempre un abuso.
Prima verifica che ci sia l'altezza (2.40) sennò non è saabile.
Anzi, il docfa non è nemmeno obbligatorio...non cambierebbe ne' la rendita ne' il numero dei vani...
:
Forse (ma lo chiedo, perchè non sono espertissima in materia), la rendita e il n. di vani cambiano, visto che ripostigli e bagni mi pare che vengano computati diversamente...
:
se era un ripostiglio va verificato anche che abbia le caratteristiche per essere un bagno. Il catasto è l'ultimo passo.

per quanto riguarda la consistenza catastale (anche per desnip) , BAGNI, RIPOSTIGLI, INGRESSI CORRIDOI, VERANDE, DISPENSE e tutti quei vani che hanno una superficie minima inferiore a quella stabilita per il vano tipo della categoria, sono accessori diretti e sono tutti calcolati ad 1/3 di vano utile. Quindi non fa differenza.
:
dopo la sanatoria io il docfa lo farei comunque per esatta rappresentazione grafica perchè in planimetria cambia sostanzaialmente l'indicazione della destinazione dei locali...certo solo nel caso in cui la perizia sia al fine di una locazione o compravendita...in quel caso infatti ci seve essere perfetta corrispondenza tra stato di fatto e planimetria depositata!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.