cil o cdu

messaggio inserito mercoledì 7 marzo 2012 da senzaparole

[post n° 285331]

cil o cdu

locale accatastato C1, devo allestirvi un negozio di parrucchiere. chi dice che il parrucchiere può esercitare in un negozio, chi dice che necessita di un locale C3: laboratorio artigiano. chi dice che il C3 è solo per fabbro, falegname, carrozziere, ecc. asl e cciaa non richiedono C3. il RE Roma, non specifica. le NTA del prg sono vaghe. il collega dell'uff tec dice parole testuali: "non so, vedi tu se fare un cil o un cambio di destin d'uso"!giuro, questa è stata la sua risposta!!
che cosa faccio secondo voi?
:
Un buon consiglio che potrei darti è quello di non guardare le categorie catastali per ragionare in termini urbanistici: guarda per che cosa è stato autorizzato (urbanisticamente) quel locale e di conseguenza valuta se può starci un parrucchiere.
Il catasto viene dopo...
:
Infatti il catasto è conseguenza di ciò che autorizza l'uff tec ed è in qualche modo secondario. urbanisticamente è stato autorizzato un locale commerciale, sul perm di costr risulta negozio. il parrucchiere può stare in un negozio. ma l'uff tec solleva dubbi senza suggerire risposte ...
:
Rigiragli la domanda: se non è commerciale... un parrucchiere che cos'è?
In ogni caso se non c'è differenza di carico urbanistico gli oneri non sono dovuti.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.