applicazione d.lgs. n. 81/2008, dubbio

messaggio inserito lunedì 23 marzo 2015 da alli

[post n° 359039]

applicazione d.lgs. n. 81/2008, dubbio

buongiorno a tutti, mi trovo a compilare la scia per il recupero di un fabbricato rurale, il cui cantiere sarà condotto da una sola impresa di due uomini. Sapete dirmi se l'intervento ricade nell'ambito di applicazione del d.lgs. n. 81/2008? non riesco a districarmi nella legge e non ho trovato qualche specchietto riassuntivo di facile consultazione... Grazie a chiunque mi chiarisca un po' le idee.
:
Il decreto si applica solo in presenza di due o più imprese anche non contemporanee, nel tuo caso quindi non si applica. Se durante i lavori fosse necessario nominare un'altra impresa, allora andrà nominato il coordinatore per l'esecuzione e redatto il PSC.
:
Giustissimo quanto detto da Giulia. In generale la legge richiede il coordinamento solo in presenza di più di una impresa. Tieni conto che l'artigiano, lavoratore autonomo, senza dipendenti, non viene conteggiato in quanto non è impresa. Quindi teoricamente se in un cantiere hai 1 impresa + 100 artigiani non hai l'obbligo del PSC, mentre se hai 2 imprese sì. In un caso come il tuo, di recupero di un fabbricato, mi sembra molto tirato sostenere che ci sia 1 sola impresa con 2 persone che fa tutto il lavoro: dalle demolizioni, alla posa dei pavimenti, al tinteggio, al montaggio degli infissi.Stai attenta a non incorrere in qualche problema.
:
Stavo riflettendo anche io su questo quesito l'altro giorno , quando mi sono trovata a dover spuntare il relativo campo nel modulo unificato per SCIA.
Secondo me l'intervento edile ricade sempre nell'ambito di applicazione del T.U. sulla sicurezza. L'art. 88 infatti dice il decreto si applica ai cantieri temporanei o mobili. Difatti ci sono degli obblighi in capo al committente o responsabile dei lavori a prescindere dall'entità del cantiere. Poi a seconda della presenza o meno di più imprese ci sono obblighi relativi alla notifica preliminare e alla redazione del PSC e al coordinamento e via dicendo.
Quindi secondo me ricade nel campo di applicazione del decreto, ma non vi è obbligo di coordinamento e notifica per i motivi di cui alle risposte di Giulia e Biba.


:
Si, Daaada, intanto mi sono informata e sono d'accordo con te... Grazie a tutti e buon lavoro!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.