fattura per pagamento non ricevuto

messaggio inserito lunedì 3 gennaio 2005 da emasalom

emasalom : [post n° 38347]

fattura per pagamento non ricevuto

Ho bisogno di un consiglio riguardo ad una fattura che non ho emesso in quanto non sono stata pagata. I dubbi purtroppo mi sono venuti solo ora dopo due anni.
Appunto, due anni fa ho fatto una DIA per un Caffè (serviva per mettere i vetri paravento all'esterno). L'architetto con cui collaboro, mi chiese di farla e
firmarla perchè lui non poteva, dicendomi che ovviamente l'incasso sarebbe stato il mio. Trascorsi 27 giorni dal protocollo della pratica, il Comune mi rispose che il lavoro non poteva essere fatto, ma ormai i clienti avevano già realizzato il tutto (la DIA era operativa dal 20esimo giorno). Chiamai i clienti per inviare la fattura e mi risposero che non dovevano darmi nulla perchè l'accordo con l'altro architetto era che non avrebbero pagato per compensare altre cose e che inoltre ufficialmente non avevano alcun permesso...Ovviamente parlai con il professionista e lui mi disse di stare tranquilla che aveva parlato nuovamente con i clienti e che avremmo trovato un accordo. A quel punto, tra parentesi aspettavo un bimbo da poco, mi sono scoraggiata e ho lasciato perdere: per poche centinaia di euro non avevo voglia di discutere... Ora, parlando con un altro collega, mi è venuto il dubbio riguardo alla finanza. Ho una pratica fatta ma nessuna fattura corrispondente...non ho ricevuto pagamento! Ma come posso dimostrarlo? Ho paura di essermi incasinata!
Qualcuna ha qualche suggerimento?
Grazie, Emanuela
Chri :
Mah...la tua storia è molto "carina"....
Innanzitutto io spero che tu ti sia liberata di un datore di lavoro così poco affidabile.
Poi dovresti far presente che con la DIA non si ottiene nessun titolo né permesso, però essendo i clienti possono essere comprensibilmente ignoranti.
Per quanto riguarda la finanza, sinceramente credo che dovrebbero occuparsi di altro piuttosto delle tue poche centinaia di euro che, pur lavorando, non hai ricevuto.
Questa esperienza vale come insegnamento per tutti gli altri giovani architetti; quando si è liberi professionisti sono questi i rischi che si corrono, è il brutto ma anche il bello della professione, altrimenti ce ne andremmo tutti dietro alle scrivanie ad aspettare il 28 del mese.
Saluti e in bocca al lupo.
nico_cad :
scusa ma la storia ed il nome mi fanno venire in mente che è meglio chiamarti ema - (salam).....eddai scherzo.....succede per fortuna non sesso ma succede......non fa niente altrimenti non dovremmo incassare neanche assegni o altro.....soprattutto se sei all'inizio saranno tutti clementi con te non preoccuparti.....
piuttosto oltre ai consigli giustissimi di Chri.... se hai un amico avvocato che vuole divertirsi un po...mettigli in mano la pratica.....giusto per lasciarlo sfogare un pochino e vedrai che alla prima lettera i soldi li becchi eccome se li becchi......per la prossma volta usa il progetto fattura....una lettera in cui avvisi che la fattura è di tot e da pagare entro tot come scritto a seguito e fai una fattura tipo...... cosi almeno hai la riprova che hai emesso qualcosa che tra l'altro puo essere impugnata dinanzi al giudice....
emasalom :
effettivamente un po' salama mi sento...ma appunto, come avrai capito, è una cosa successa all'inizio, e avrei anche altri aneddoti carini da raccontare, mooolto simili a questo, anche se poi la parcella è stata pagata!
Probabilmente non sono proprio uno squalo, ho sempre dato troppa fiducia alle persone. Certo è che, per come sono fatta, non è proprio l'ideale avere a che fare con persone che se ne fregano delle responsabilità che ti assumi e del lavoro che svolgi.
Ultimamente io e il mio "datore" di lavoro abbiamo fatto avere un'ingiunzione del giudice ad un cliente veramente fantastico: oltre a non pagare ha anche commesso un abuso che ci ha fatto dare le dimissioni dall'incarico!
Sicuramente, se continuerò con la professione, farò la lettera di incarico e spedirò avvisi di pagamento, ecc.
Comunque per quanto riguarda l'amico avvocato (ne ho parecchi), non pensi che sia tardi visto che è un lavoro fatto due anni fa?
archla :
non credo sia troppo tardi, per certe cose la prescrizione ha tempi molto lunghi. considera anche che, il mio avvocato(per una simpatica vicenda che non sto qui a raccontare) ha detto che, prima di fare una ingiunzione di pagamento, è bene aspettare almeno un anno.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.