mater in architettura

messaggio inserito mercoledì 3 agosto 2016 da architetto

architetto : [post n° 384884]

mater in architettura

Che master fareste dopo la laurea in architettura?
Quali sono i temi che maggiormente vanno? grazie
desnip :
Nessuno. :-)
I master è assodato che non servono a nulla.
Se fossi una giovane neolaureata con qualche migliaio di euro da spendere me ne andrei a fare una bella esperienza all'estero.
alsi :
Si sono daccordo con desnip, in particolare i master per architetti in italia sono completamente inutili, se non per fini didattici. Non esiste una maggiore opportunità di impiego, stessa cosa anche con un dottorato.
Sempre all'estero viceversa un master puó aprire porte lavorative importanti ma sempre se si vuole lavorare all'estero.
biba :
Ahahah ragazzi meno male che ci siete voi, mi fate sentire in una grande famiglia! Anche io quando ho letto la domanda ho pensato: adesso rispondo NESSUNO. Poi mi sono trattenuta per non fare la disfattista :-)
Caro Architetto, i master sono una bellissima opportunità per imparare molte cose, ma niente di pratico e spendibile nel lavoro per gli studi nostrani. Se hai necessità di cominciare a lavorare per mantenerti, lascia perdere. Se invece hai la possibilità di scialare, buon per te, vai di master!
lori :
Il dottorato o la scuola di specializzazione ti consentono di partecipare ai concorsi del Mibact (l'ultimo è in corso ora e chissà quando ce ne sarà un altro visto che quello precedente è di 10 anni fa). Per il resto ti rispondo anche io "NESSUNO" o almeno non mi viene in mente niente.
alsi :
puoi trovare un esempio di un master pochi commenti più giú e alcuni miei spunti sul valore di questo
Architetto :
Dove lo trovo?
aspirantearchitetta :
invece io ti consiglio il master dello iuav in render e produzione digitale (ora non ricordo il nome esatto ma il campo è quello). Sbirciando su linkedin moltissimi con quel master lavorano per studi rinomati, mvrdv e simili.. però te lo consiglio se punti ad affermarti all'estero, in italia non so quanto ti aiuti..
Lolo :
Ovviamente molto dipende anche da quali sono le tue aspirazioni, con il suddetto master in render ad esempio ti si apre la strada come disegnatore 3D o digital 3D artist, che e' figura diversa da quella dell'architetto... Inutile dire che in Italia qualsiasi specializzazione nel campo architettonico ha scarso rendimento economico: cioe' non ti aspettare che dopo aver fatto un master un eventuale studio od azienda ti paghi piu' di un laureato normale. Questo vale anche per i pochi grossi nomi del panorama architettonico italiano: non ti aspettare che lo"studio rinomato" ti offra chissa' che a parte la figaggine di poter dire che lavori per lo "studio rinomato". Se proprio vuoi spendere tempo post laurea a questo punto ti consiglio come desnip nel primo post di puntare direttamente a qualche corso specializzante all'estero.
alsi :
[post n° 384719]
desnip :
Quoto Lolo. E aggiungo che, pe rimparare a fare render "spaziali" non serve necessariamente uno specifico corso di studi. Ma questo vale per tante altre cose.
Ad esempio, ci sono architetti che hanno imparato a fare siti web (anche io nel mio piccolo mi arrangio), senza aver frequentato un corso per diventare web designer e così via.
Conosco tanti giovani in grado di fare bellissimi render solo perché sono in gamba a "smanettare", non perché hanno frequentato un corso.
aspirantearchitetta :
Questo è vero, si può essere bravissimi da autodidatta, ma per entrare in certi studi o devi avere due o tre tirocini di un certo livello alle spalle, tantissime esperienze in concorsi, workshop ecc., oppure sicuramente un master come quello ti da una marcia in più, almeno è quello che ho visto sbirciando i profili linkedin.
Fermo restando che sono anche io del parere che un master è inutile, però posso capire che per chi non ha fatto né Erasmus, né tirocini, né altre esperienze, un master può essere una scelta azzeccata, anche perchè spesso prevede un tirocinio compreso quindi ti permette di iniziare da qualche parte. In Italia l'unico passabile che ho trovato è proprio questo dello iuav, per il resto ti consiglio di andare all'estero tutta la vita!
Lolo :
A mio modesto parere maturato dopo oltre 10 anni di attivita' l'unica vera competenza che fa la differenza e' l'ottima conoscenza della lingua inglese scritta e parlata, pertanto ti consiglierei di migliorarti in questo senso con un corso all'estero che magari contempli anche Revit o il 3D, se e' la tua passione. Comunque non so voi ma io dopo 6 anni di universita' (alla mia epoca, questa era la media) avevo voglia di iniziare a lavorare e fare esperienza subito, senza perdere altro tempo e soldi in studi teorici...Quanto alla storia dell'entrare in certi studi, in molti casi basta mandare cv e portfolio - in inglese- per chiedere di fare tirocini (l'hanno fatto diversi miei conoscenti, da Piano e Perrault a Parigi, o da Archea), tanto sarete manovalanza pura a costo zero per qualche mese...
aspirantearchitetta :
Non so, forse sarò stata sfortunata io, ma con zero esperienza ho ricevuto solo dinieghi (parlo dell'estero), poi ho trovato un tirocinio non retribuito tramite un'amica e un secondo poi per conto mio..inviando cv con due tirocini alle spalle ho ricevuto molte più risposte positive, per cui credo che una lettera di raccomandazione faccia veramente la differenza, non basta solo cv e portfolio! Poi magari sono una schiappa io però ho notato in modo mostruoso la differenza
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.