Dubbio

messaggio inserito martedì 27 settembre 2016 da desnip

desnip : [post n° 387106]

Dubbio

Ma cosa sono le "modifiche interne di carattere edilizio sulla superficie coperta dei fabbricati adibiti ad esercizio d’impresa"?
ArchiFra :
interventi edilizi di locali utilizzati per lo svolgimento delle attività commerciali o agricole: " L’art.4 del DPR 633/72 stabilisce che per esercizio di imprese si intende l’esercizio per professione abituale, ancorché non esclusiva, delle attività commerciali o agricole indicate agli articoli 2135 e 2195 del codice civile.
Pertanto si considerano imprese le attività agricole, quelle industriali ed artigianali rivolte alla produzione di beni, le attività mercantili, quelle bancarie e assicurative, quelle di trasporto di persone o cose e le attività ausiliarie rispetto alla precedenti.
Tali attività si considerano impresa, anche se non organizzate in forma di impresa.
Lo stesso articolo fa rientrare tra le imprese anche le attività dirette alla prestazione di servizi, diverse da quelle viste in precedenza, se sono organizzate in forma d’impresa."

è una definizione dello sblocca italia per semplificare l'iter per certe tipologie di attività
d.n.a. :
in poche parole, i soppalchi...
biba :
Che figo avere qui ArchiFra che ci aiuta a vedere le cose dal punto di vista dei tecnici comunali! Vedi che non sei "soltanto una burocrate" come ti sei definita, sei un tecnico con un sacco di competenze.
ArchiFra :
dna non solo soppalchi ma tutti gli interventi edilizi
biba grazie, troppo gentile!
desnip :
Sì, ma il burocratese è pazzesco... come si fa a parlare di "modifiche interne" sulle "superfici coperte"?
Infatti non mi interessava tanto la definizione di esercizio d'impresa (cmq molto utile la spiegazione di ArchiFra) quanto il resto.
biba :
Eh ma ti vengono incontro ripetendoti i concetti! Giustamente, se una superficie è all'interno, sarà anche coperta. Il legislatore penserà che siamo deficienti...!
Ma, in pratica, nella vostra regione questa "semplificazione" cosa ha comportato? No, perché da noi questo tipo di opera ricade comunque in una CIL Asseverata, che è sempre un titolo abilitativo, quindi di fatto non ci vedo differenze rispetto ad una normale manutenzione straordinaria.
ArchiFra :
basta leggere certe determine. sfoggio di paroloni e costrutti sintattici che non stanno nè in cielo nè in terra.
il burocratese non si capisce da dove venga: a me pare solo un retaggio del 1800 quando bisognava rimarcare la distanza tra gli eletti al servizio dell'impero/regno e i mentecatti zappatori di terra
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.