Ascensore DAVANTI a una finestra

messaggio inserito martedì 27 dicembre 2016 da Ily

Ily : [post n° 390978]

Ascensore DAVANTI a una finestra

Nel cortile interno di un condominio (un edificio del '300) un condomino disabile vuole installare un ascensore esterno. Il problema è che la struttura portante di vetro trasparente e acciaio verrebbe a trovarsi esattamente di fronte alla finestra dell'ingresso della casa della mia cliente. L'ingresso è ampiamente comunicante con il soggiorno e in pratica formano un'unica stanza. Il cortile è piccolo, l'ascensore si troverebbe 80 cm DAVANTI (davanti, non di lato) alla finestra della cliente. Inoltre l'ascensore chiuderebbe la porta di una cantina a servizio di un'edicola che si trova nel palazzo. Se ho capito bene (il progetto non c'è ancora) vorrebbero aprire una nuova porta per questa cantina in una parete portante, tagliando una volta in foglio che porta una rampa del vano scala.
Possono fare questo? Ho letto su internet che questi ascensori sono in deroga alle distanze del codice civile ma possono tappare una finestra di cinque appartamenti (il condominio ha cinque piani)? Insomma 80 centimetri vuol dire praticamente ritrovarsi l'ascensore in casa, con diminuzione della luce, della ventilazione naturale, aumento del rumore... A me sembra proprio una cosa assurda. Mi aiutate a trovare alcune sentenze per evitare questo scempio? Grazie.
Kia :
Allora, gli ascensori vanno in deroga alle distanza del codice civile però che io sappia non possono occludere una finestra di un'altra proprietà. Diverso sarebbe se il condominio fosse d'accordo per un'installazione che serve tutti. Allora si potrebbe addossare la canna dell'ascensore dove c'è questa sfilza di finestre che verrebbero trasformate in porte di accesso ai vari appartamenti.
Il caso che affrontai io qualche anno fa però era leggermente diverso. La mia struttura non occludeva finestre altrui perchè era uno specchio murario praticamente libero ma si avvicinava all'unica finestra presente di circa 90 cm. Ebbene, la pratica venne approvata da comune e soprintendenza proprio in deroga alle distanze ma non se ne fece nulla perchè il proprietario della finestra per dare l'assenso praticamente ricattò il mio cliente pretendendo una grossa cifra. Risultato, il mio cliente mise un bel servoscala (l'amministratore disse che poteva senza avere le maggioranze in assemblea così si risparmiava anche i ricatti economici dei condomini).
Ily :
Kia, ma l'ascensore veniva proprio davanti alla finestra di 90 cm? Non so se hai capito, affacciandoti alla finestra ti troveresti davanti la parete vetrata dell'ascensore, a circa 85 cm. In pratica sarebbe come costruire un muro davanti alla tua finestra a 80 cm di distanza. Anche se è vetrato ti toglie e luce e aria. Non credo che questa cosa per i RAI vada bene eh
Kia :
Ho capito che il tuo verrebbe davanti e infatti ti confermavo solo che valgono le deroghe per le distanze ma nel tuo caso è proprio tutta un'altra cosa. Secondo me l'unica ipotesi accettabile di perdere le finestre è che la realizzazione sia un desiderio condiviso (cioè lo usino tutti) trasformando le finestre in porte di accesso agli appartamenti. Il tuo caso di finestre chiuse a metà per me è impraticabile, glielo boccia subito il comune senza passare per il via.
biba :
Non sono ferrata sulle sentenze, ma escludo anche io che il comune possa accettare un simile progetto, ci sono evidenti problemi di introspezione oltre che di illuminazione naturale. Da noi esistono dei centri chiamati c.a.a.d. -centro adattamento ambiente domestico- dedicati proprio a dare informazioni relative alle soluzioni per l'abbattimento delle barriere architettoniche, se non vuoi chiedere al tecnico comunale puoi sempre provare a chiamare uno di questi (imitando il nostro azzénto strasicàaaato).
Kia :
purtroppo sono veramente questioni delicate queste (conciliazione dei diritti di tutti all'interno del condominio) ma questo progetto con occlusione di metà finestra e tutto il resto per me è proprio inattuabile. Non per farmi gli affari del signore che vuole l'ascensore...ma sono già state valutate delle alternative? attrezzare il vano scale con un servoscala è proprio impossibile? ti dico, la mia cliente pareva che se nn avesse avuto l'ascensore avrebbe venduto casa ecc.ecc. e invece ora con il servoscala è contenta (un 4 piano...).
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.