nuovo incarco-deontologia

messaggio inserito mercoledì 1 marzo 2017 da Mirry

Mirry : [post n° 394100]

nuovo incarco-deontologia

Salve, lo scorso anno il mio cliente ha dato incarico ad un Geometra per la progettazione+DL per una SCIA. Tale SCIA è stata presentata ma poi di fatto i lavori non sono mai iniziati a causa di divergenze tra commiettente e geometra. Pochi mesi fa il Geometra ha inviato al cliente e al comune una lettera in cui si dimetteva rinunciando all'incarido di DL, quindi di fatto i lavori sono sospesi.....
Adesso lo stesso cliente vuole ripartire con i lavori incaricando me di redigere una varante alla SCIA del precedente Geometra e come DL. Io come Architetto devo rispettare le norme deontologiche che mi invitano a comunicare il mio subentro alla SCIA del geometra oppure no? Cosa fareste?
Premetto che il Clinete mi riferisce di avere pagato il geometra per il lavoro svolto, quindi da quel punto di vista non dovrebbero esserci problemi.
Attendo vostri consigli.
Grazie
Kia :
forse ho capito male...ma a mio avviso in questo caso la deontologia non c'entra nulla. E' il comune che impone di comunicare il nuovo D.L.. Quando c'è un subentro nel mio comune si usa la comunicazione congiunta di committente, vecchio d.l e nuovo d.l così nessuno può dire che la cosa è stata fatta "a sua insaputa". Ad ogni modo se il precedente ha già comunicato per conto suo la sua dimissione, tu puoi tranquillamente fare una comunicazione di subentro assieme al committente.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.