Obbligo p.iva per domicilio professionale

messaggio inserito mercoledì 26 aprile 2017 da Laura Cabitza

[post n° 396318]

Obbligo p.iva per domicilio professionale

Ciao a tutti. Sono fresca di esame di stato e vorrei iscrivermi all'albo di Firenze, perchè in questo momento sto per trasferirmi là. Il fatto è che, informandomi sui vari moduli da presentare, c'è una cosa che proprio non capisco.
Sono residente in Sardegna e siccome, per ora, mi sposto spesso, non volevo cambiare residenza, in più ho trovato solo casa in affitto con contratto per non residenti.
Se però mi voglio iscrivere a Firenze come non residente mi si richiede obbligatoriamente il domicilio professionale legato a una partita iva, che però non ho aperto, e non vorrei aprire, visto che sono ancora in cerca di lavoro. Il problema mi si pone per i corsi di aggiornamento e il riconoscimento dei crediti fatti per corsi "fuori sede".
L'ordine di Firenze mi ha detto che devo per forza iscrivermi in Sardegna e che per i corsi fondamentalmente sono cavoli miei.
La domanda che vi faccio è: il domicilio professionale è per forza legato all'apertura della p.iva? c'è una normativa di riferimento?Grazie a chi risponderà.
:
Non conosco i riferimenti normativi, ma posso confermarti che per indicare un domicilio professionale è necessario essere in posseso di una p.iva.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.