controversia condominio/architetto

messaggio inserito giovedì 7 settembre 2017 da condomino disperato

condomino disperato : [post n° 400399]

controversia condominio/architetto

buongiorno,
abito in un condominio che necessita di importanti opere di manutenzione straordinaria e oltre 4 anni fa ha affidato l'incarico di redazione computo, direzione lavori e sicurezza ad un architetto.
Nel corso degli anni per i soliti problemi condominiali (mancanza di maggioranza legale x approvare i lavori e disinteresse generale) non si è ancora arrivati a nulla! Il tecnico ha solo prodotto un computo, per altro errato in alcune quantificazioni importanti da lui definiti meri errori di digitazione, e inutili proposte di soluzioni che non risolvono i gravi problemi in cui versa lo stabile; dopo l'ennesima riunione di condominio infruttuosa si è arrivati alla revoca del mandato al tecnico che però ha chiesto una parcella spropositata x il lavoro svolto (solo computo, senza aver mai effettuato un reale rilievo ma basandosi su suoi disegni progettuali) in virtù di calcoli basati sulla percentuale da lui offerta e i generici preventivi (ovviamente il più esoso) di lavori mai ad oggi iniziati e minacciando di rivolgersi agli organi di competenza.
COME DOVREMMO COMPORTARCI E COSA DOBBIAMO ASPETTARCI LEGALMENTE??
grazie
ponteggiroma :
ok, ma non ha parlato di importi effettivi. Non possiamo fornirle un parere se non mette giù qualche numero (importo stimato lavori, importo richiesto dal professionista per il computo, ecc...). Sa com'è, il termine "esoso" può essere un aggettivo alquanto soggettivo
Kia :
Su questa frase rilevo una incongruenza "solo computo, senza aver mai effettuato un reale rilievo ma basandosi su suoi disegni progettuali".....i disegni progettuali si basano su un rilievo. Per il resto quoto Ponteggiroma.
condomino disperato :
buongiorno!
"solo computo senza rilievo" si riferisce al fatto che il tecnico è stato anche progettista all'epoca della realizzazione del condominio e dopo oltre 20 anni, ha rispolverato i suoi vecchi disegni senza verificarne la rispondenza; inoltre nel computo sottoposto all'impresa c'è un errore di quantificazione delle superfici che ha comportato, dopo verifiche successive, il raddoppio dei costi preventivati!
Per quanto riguarda le cifre parliamo di vari preventivi, mai approvati per i lavori complessivi sull'edificio, che vanno dai 400.000 agli 800.000 euro!!! e i problemi più urgenti non hanno avuto soluzioni concrete dal tecnico che si è limitato a proporre la soluzione di un'impresa che non garantiva la durata del proprio intervento poichè il loro prodotto è testato per intradossi piani e non curvi come nel nostro caso!!
Ad oggi per "rilievo", computo e presenza ad alcune assemblee ha chiesto 5.500 circa + oneri vari per un tot di 7500 circa, sulla base di ??? , premesso che la sua offerta fu del 3.33% sui lavori, ma che di lavori ad oggi non si parla ancora se non di un intervento parziale di circa 30.000 euro!!!!
ponteggiroma :
la sua percentuale è per un importo lavori di circa 170.000, che voi avete regolarmente accettato. Quindi non vedo l'esosità, visto che siete arrivati a cifre ben superiori, a prescindere da quanto avete effettivamente deciso di realizzare
condomino disperato :
noi non abbiamo accettato alcun lavoro! il solo lavoro approvato è per 30.000 tutto il resto è solo su carta! tutta teoria mai approvata! I famosi preventivi sono stati fatti sulla base di un computo redatto dal tecnico a cui non c'è stato mai seguito!
Valy :
Potrebbe essere che la percentuale sia sulla parcella "persa" del collega più che la percentuale su dei lavori che non sono stati ancora fatti ma da quanto capisco neppure decisi.
Per legge noi tecnici siamo obbligati al momento dell'incarico a far firmare un disciplinare che è un vero e proprio contratto tra le parti, sopra il quale è segnata anche la parcella precisa che il tecnico andrà a prendere a fine lavori e tante altre clausole tra cui una in cui c'è scritto che in caso di revoca dell'incarico, non per colpa del tecnico ma per rinuncia del committente, al tecnico viene corrisposta una percentuale sull'importo preventivato sul disciplinare Magari lui ha fatto il calcolo su questo, bisognerebbe farsi dire dall'amministratore che prezzo ha segnato su quel contratto...
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.