rimozione copertura in amianto

messaggio inserito mercoledì 13 settembre 2017 da architettoir

architettoir : [post n° 400608]

rimozione copertura in amianto

Gentilissimi ho bisogno di un vostro parere, sicuramente più oculato ed esperto.

Sono stato incaricato per procedere alla pratica urbanistica e d.l. per la sola rimozione di una copertura in amianto.
La copertura in eternit serviva ad un box aperto su di un lato (l'area coperta serviva come area di lavorazione per un artigiano) il quale ad oggi non opera più. Volendo mettere in sicurezza l'area si è deciso di smaltire la copertura in eternit, lasciano le sole tre mura perimetrali e lasciando l'area scoperta.
Cosa mi consigliate?
Io ho pensato di imbastire una C.I.L.A. allegando uno schema grafico ante e post intervento, con doc. fotografica ed asseverazione sul tipo di lavoro che si esegue (una mera descrizione).

Cos'altro posso produrre?
Per la rimozione amianto c'è qualche parere o richiesta che devo chiedere io, oltre il piano di lavoro asl che esegue l'impresa? La CILA è sufficiente per il mio caso?
Grazie!
nikosky :
l'intervento ricade in un ambito specifico. prima di presentare la pratica al comune e alla asl terriorialmente competente ti consiglio di contattare, in accordo con il proprietario, una ditta specializzata per la rimozione. una volta accettato il preventivo sapranno fornirti tutte le dovute indicazioni normative e le pratiche necessarie.
la rimozione e lo smaltimento prevede di attuare un protocollo speciale.
Valuterei e consiglierei il cliente di montare una nuova copertura in pannelli sandwich evitando di lasciare l'immobile scoperchiato perchè tra qualche anno dovrebbero comunque rimetterci mano.
architettoir :
ciao nikosky, grazie del tuo intervento.
ho già contattato la ditta specializzata, la quale penserà in toto alla presentazione del piano di lavoro presso la asl e la quale mi ha informato che si impiegano all'incirca 30 giorni per la validazione. dopodichè sarà possibile operare i lavori. La cosa che mi ha "turbato" è la facilità con cui, alla mia domanda:"secondo voi una S.C.I.A. può bastare come pratica urbanistica?", mi son sentito rispondere:"no no noi generalmente facciamo fare una C.I.L.A." allora ho pensato di domandare. Per la sostituzione dell'attuale copertura, anche io ho proposto una sostituzione, però essendo in condizioni di rudere, si sta pensando alla sola messa in sicurezza con la rimozione dell'eternit.
Grazie per il tuo contributo, ciao
nikosky :
grazie a te per averci aggiornato. è sempre utile sapere come va a finire!!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.