Cila milano - ufficio cila

messaggio inserito mercoledì 25 ottobre 2017 da kima

kima : [post n° 402264]

Cila milano - ufficio cila

Salve, non sono molto pratica di pratiche edilizie, ho sempre lavorato negli studi con altri compiti ma ho ho un mio cliente, sto curando un piccolo lavoro per un ufficio a milano dove mi hanno chiesto di demolire un tramezzo in cartongesso. Il lavoro in se è semplice, ma mi hanno chiesto in comune che il bagno deve essere accessibile ed io ho le porte che si aprono verso l'esterno ma con luce netta di 80 cm, e antibagno con lavabi, sanitari sospesi ma accostamento al solo wc non al bidet e ho la doccia che non è raso pavimento e misurando sarebbero necessari 10 cm in piu per la rotazione completa della carrozzina, nella cila presentata era stata indicata una rotazione completa.

ma a parte questo ho delle incongruenze tra la cila del 2012 di cui mi ha dato copia il proprietario e quanto accatastato che invece è vicino alla realtà. Come mi devo comportare?quanto io presento verrà confrontato con quanto accatastato o con l'ultima cila presentata?

grazie
gioma :
Dipende dal modus operandi dell'UTC.
In teoria, dovrebbe esserci una perfetta corrispondenza tra lo staro reale dei luoghi ed i grafici relativi all'ultimo titolo edilizio presentato in Comune.
Solo tu sei in grado di valutare se le incongruenze di cui parli sono così trascurabili da poter chiudere un occhio oppure così importanti da richiedere una sanatoria.
kima :
grazie mille.... il problema è che a milano hanno tempi biblici per le visure e io non ho il tempo per farlo e ho quanto mi ha consegnato la proprietà è una cila che ha delle misure, un catastale più vicino alla realtà ma diverso dalla cila e il mio rilievo ...le incongruenze sono relative a tramezzi (premesso che è tutto in cartongesso) spostati anche di 20/30 cm dalla realtà, qualche risega nel corridoio che in realtà non c'è...ma la cosa che trovo più assurda è che ha messo un bagno che dovrebbe essere accessibile ai disabili ma che ha delle cose anche "minime" ma che non lo rendono veramente accessibile ...cioè che ha dimensioni 140 cm x223, antibagno e porte di 80 cm con apertura verso l'esterno...e non ho capito perche ha messo il bidet in un modo che non consente l'accostamento laterale della carrozzina quando senza invece ci sarebbe!!! e la doccia che dovrebbe essere a pavimento non lo è!!
una sanatoria a una cila cosa comporta'?1000 euro di sanzione? e comunque per un tramezzo del cavolo gli dovrò far fare sanatoria e mettere a norma il bagno?
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.