CAMBIO DESTINAZIONE D'USO

messaggio inserito giovedì 1 febbraio 2018 da rodf

[post n° 405448]

CAMBIO DESTINAZIONE D'USO

BUONASERA,
UN MIO CLIENTE DEVE FARE UN CAMBIO DI DESTINAZIONE D'USO DA C/2 AD A/2 di un sottotetto. E' LA PRIMA VOLTA CHE FACCIO UNA COSA DEL GENERE. DEVE ESSERE UN CAMBIO SENZA OPERE, COSA DEVO FARE? PRESENTARE UNA SCIA PER CAMBIO DESTINAZIONE D'USO AL COMUNE GIUSTO? E POI COME PROCEDERE? NELLA SCIA COSA DEVO INSERIRE. DAI RIFERIMENTI DI PRG IN MIO POSSESSO è UNA COSA FATTIBILE MA VORREI CHE QUALCUNO MI SPIEGASSE UN PO L'ITER. GRAZIE MILLE A TUTTI E BUON LAVORO
:
calma, calma.... che veemenza.
Prima di partire con le scia, rif prg, ecc... verifica se il sottotetto in questione ha i requisiti minimi per essere abitabile.
Io una chiacchieratina con i tecnici del comune me la farei comunque.
Ah...benedetta gioventu!
:
sisi, è edificabile, mi sono dimenticato di scriverlo percio sono partito cosi forte...ahahah! Perdono! quindi l'iter corretto quale sarebbe??
:
"Edificabile" non ci azzecca niente. Cmq, hai mai sentito parlare di recupero abitativo di sottotetti?
:
sicuramente è di quello che sta parlando desnip, per questo gli consigliavo di andare a parlare con i tecnici del comune, perchè ogni comune (regione) adotta i suoi criteri, ma si deve calmare...
:
non sto per nulla agitato ponteggiroma. Ho chiesto solo un aiuto e quanto pare non sei stato capace di darmelo. GRAZIE
:
un consiglio, fattelo spiegare dal tecnico comunale l'iter così vai sul sicuro. Ogni comune va per conto suo.,,,anche se abbiamo la modulistica unificata
:
quoto tutti i consigli contenuti nei post precedenti compreso l'invito (ironico) alla calma, inteso nel senso di procedere per gradi. Prima di pensare a che tipo di pratica si deve presentare in comune, sarebbe meglio fare un indagine preliminare per valutare la fattibilità che in questo caso consiste nel verificare l'effettiva rispondenza dello stato dei luoghi (visto che si tratta di cambio di destinazione senza opere) alla normativa specifica in materia di "recupero dei sottotetti", che ha deroghe e caratteristiche diverse a livello regionale e a volte anche locale. Non sapendo nemmeno in quale parte del globo ti trovi è praticamente impossibile darti consigli di alcun tipo! Quindi direi che la cosa migliore è parlare con i tecnici del comune in questione, farsi dare i riferimenti normativi vigenti, effettuare le dovute verifiche e poi in caso affermativo, all' ultimo viene la preoccupazione di che dati inserire nella scia (anche se si tratterà quasi sicuramente di un permesso di costruire)... buon lavoro!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.