CILA con variante

messaggio inserito lunedì 26 marzo 2018 da arch.cirodilo

[post n° 407586]

CILA con variante

Buonasera colleghi,
ho presentato una CILA per dei lavori di ristrutturazione di un appartamento, durante i lavori il cliente ha ritenuto più opportuno modificare la posizione del bagno per cui la planimetria finale sarà diversa da quella presentata in comune all'inizio.
Volevo sapere come e se è possibile fare la comunicazione di variazione della distribuzione interna, se questa va fatta a chiusura lavori e/o può anche non essere fatta affatto.

Grazie colleghi
:
Direi che l'ultima ipotesi è da scartare, anche perchè a fine lavori dovrai fare la variazione catastale, che deve corrispondere ( sì, lo so, in un mondo ideale sarebbe così) sia allo stato dei luoghi post operam che al progetto. Puoi farla tranquillamente a fine lavori, oppure, se preferisci, integrarla ora. Vai dal tecnico preposto a chiedere come preferiscono, e sicuramente non sbaglierai.
:
dipende da regione a regione (se non addirittura da comune a comune). Alcune leggi regionali hanno recepito la norma nazionale e in alcuni casi hanno dato indicazioni diverse: ad esempio in Piemonte, in alcuni comuni non è prevista la variante alla cila ma devi presentare una nuova cila prima di eseguire la variazione e poi presentare fine lavori per tutte le varie cila che hai presentato. In liguria invece è prevista l'attestazione di eventuali varianti (se rientrano nella casistica della cila) a fine lavori. quindi quoto il consiglio di arko. chiedi al tecnico del SUE...
:
E qualcuno sa come si comporta il comune di Napoli in questi casi?
:
Vai alla municipalità di competenza, intercetta il funzionario competente per materia, e chiedi.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.