Cegiba521

messaggio inserito sabato 17 novembre 2018 da Cegiba521

[post n° 414938]

Cegiba521

Buona sera, non sono un architetto ma sto costruendo una casa l’architetto che ha la direzione lavori mi dice che esiste sia la direzione lavori sia la direzione lavori in cantiere e che per fare questa seconda tipologia devo riconoscergli una quota a parte.
Io non ho ritrovato questa differenza da nessuna parte, ho scritto all’albo ma non mi risponde, ho chiamato e mi hanno detto che la richiesta è stata girata ad una commissione che mi deve rispondere ma dopo due settimane ancora nulla.
Mi potete gentilmente aiutare?

Grazie
:
Il collega fa proabilmente riferimento ad un onorario %entuale all'importo lavori da corrispondere per seguire il cantiere che è un qualcosa si scollato dalla parcella o meglio è/dovrebbe essere incluso nella lettera d'incarico.

Una D.L senza onorario non esiste al mondo.
:
FranzArch, sinceramente non capisco, esiste o no una direzione lavori in cantiere che non coincide con la normale direzione lavori e in tal caso quali sono i compiti che svolge la direzione lavori in cantiere differenti da quelli che svolge una direzione lavori classica?
Sto parlando con molti colleghi e trovo più imbarazzo nelle risposte che certezze e sinceramente non capisco.....se non esiste basta dire non esiste.

grazie
:
La direzione lavori E' in cantiere, ESISTE e l'onorario è %entuale all'importo lavori.

E' estremamente semplice.
:
il problema è che non è chiara la domanda.
la direzione lavori viene effettuata da un professionista incaricato dal committente, fra le altre cose, a supervisionare le lavorazioni effettuate in cantiere.
la direzione di cantiere riguarda un tecnico incaricato dall'impresa di seguire costantemente i lavori a dirigere le operazioni effettuate in cantiere.
Sono due figure distinte. Spesso il cliente fraintende i compiti dell'uno e dell'altro.
Se il collega intende quotare a parte le visite in cantiere, come direttore lavori, è un suo diritto specificarlo in un preventivo. Forse serve a far capire al cliente la frequenza con cui visiterà il cantiere.
In ogni caso una direzione lavori senza visite, anche sporadiche, al cantiere, non è pensabile, almeno per le tipologie di lavori che si possono prevedere in questo caso.
:
La direzione lavori e' in cantiere quindi non c'e' differenza tra direzione lavori in cantiere e direzione lavori?

Grazie
:
No non parliamo di quante volte si va in cantiere, ma parliamo per esempio di controllare che i muri vengano fatti nei punti giusti, ne sono stati sbagliati 3 di 10 cm (come posizione) rispetto al disegno tecnico e la risposta dell'architetto e' stata "le posizioni dei muri si controllano dopo averli fatti" per esempio, oppure la canna del camino che e' centrata esattamente su una trave portante (350mq di casa un camino solo), oppure 20 finestre a battente e una sola scorrevole interno muro e' stata fatta a battente e per questi motivo ho sottolineato il disappunto verso l'architetto chiedendogli piu' comunicazione con l'impresa ed i tecnici e mi sono sentito rispondere "se vuoi che faccia questo mi devi pagare di piu' perche' questa e' la direzione lavori in cantiere......"

Spero di aver spiegato meglio la problematica.

Grazie
:
Si direbbe il solito equivoco sulla direzione lavori.
Il progettista realizza il progetto, il direttore lavori lo trasmette all'impresa, l'impresa lo realizza.
Se il lavoro è fatto come previsto, il direttore lavori chiede al committente di pagare l'impresa.
Se il lavoro è fatto male, o difforme rispetto a quanto previsto, l'impresa deve riparare il danno o rifare il lavoro a sue spese.
Se ci sono errori di esecuzione dei lavori è l'impresa a doversene far carico. Per quello serve la figura del direttore di cantiere (dell'impresa) che sappia leggere i disegni e sappia dirigere gli operai. Questa figura NON è il direttore dei lavori.
Il direttore lavori NON è tenuto ad assistere alla esecuzione delle lavorazioni. Ha il compito di verificare che il progetto sia stato rispettato e comportarsi di conseguenza. Questo non vuol dire che non deve mai andare in cantiere, anzi. Ma non è detto che una maggiore presenza possa scongiurare i difetti di esecuzione.
Difficile dare un giudizio a distanza, senza conoscere meglio i fatti, ma da quel che sembra, il problema è l'impresa, non la direzione lavori.
:
Il direttore dei lavori è la figura individuata dal committente (che può coincidere o meno col progettista) per tutelare i suoi interessi nell'esecuzione delle opere.
La direzione lavori supervisiona i lavori e ne garantisce la regolarità.
Il problema sorge nel momento in cui gli accordi verbali (purtroppo ancora molto diffusi) o di contratto si mantengano sul vago in tema direzione lavori.
Personalmente nelle lettere d'incarico scrivo sempre cosa garantisco per quanto mi viene riconosciuto ed in caso di D.L. rendo esplicito quante visite di cantiere garantisco. E soprattutto prezzo il tutto a %entuale perchè la D.L è uno dei compiti più rognosi ed al contempo onerosi della nostra professione ergo ritengo che vada opportunamente remunerata.
Ora tra lei ed il suo progettista/D.L. è stato esplicitato quanto sopra?

Se si basta attenersi al contratto, altrimenti riveda il contratto col professionista valutando eventualmente di riconoscergli la quota %entuale che presumo le abbia chiesto/chiederà per la D.L.

Il giudizio di merito a distanza è impossibile perchè non conosciamo i fatti. Mi lasci dire tuttavia che un'impresa che non sa leggere dei disegni tecnici mi lascia perplesso, così come mi lascia perplesso che in esecuzione esca fuori una interferenza come una canna fumaria passante per un elemento portante in un progetto tutto sommato banale come può esserlo un progetto residenziale, senza che nessuno se ne sia accorto.
Ma ripeto giudicare è impossibile, la realtà è sempre molto più complessa di come viene raccontata.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.