prima ristrutturazione senza documenti

messaggio inserito martedì 4 dicembre 2018 da Gin

[post n° 415553]

prima ristrutturazione senza documenti

ciao a tutti,
finora sono stato fortunato: i clienti mi giravano la pianta catastale e le precedenti pratiche depositate in Comune, e partivo. Adesso i clienti non hanno idea, mi hanno solo dato gli estremi di mappa. Lavoro in Lombardia.
Come procedo per ottenere pianta catastale e avere una visione delle precedenti pratiche depositate (se ci sono)?
Per la pianta catastale è necessario iscriversi alla piattaforma SISTER o è sufficiente questo modulo?https://wwwt.agenziaentrate.gov.it/mt/Generica_nuova/12%20T%20110220…

Grazie anticipatamente
:
Fai accesso agli atti allo sportello edilizia del comune seguendo l'inter che solitamente pubblicano nel loro sito, in taluni casi hanno anche la procedura d'urgenza pagando qualcosa in più. Il solo catasto non è probatorio, comunque ti conviene abilitarti a Sister anche se usato poco è molto più comodo di recarsi in catasto.
:
ciao Albo, intanto grazie mille.
Con Sister riesco anche a vedere le precedenti pratiche edilizie? Grazie
:
ps. e serve sempre la delega con Sister suppongo
:
Le pratiche edilizie vengono istruite al SUE di competenza comunale come puoi vederle su SISTER?
:
con sister vedi le modifiche storiche che sono state comunicate in catasto, ma non puoi sapere se sono elgittime o abusive: l'unico modo epr saperlo è incrociare lo stato di fatto con l'ultimo titolo edilizio depositato in comune
:
Non conosco SISTER, quindi non so che servizi eroghi. L'aggiornamento catastale lo faceva un altro professionista. Grazie mille a entrambi!
:
Io consiglio di non fermarsi all'ultimo titolo edilizio, MAI.
Se chi vi ha preceduto ha lavorato male e voi fate un titolo portandovi dietro errori andate facilmente nel penale quindi estrema attenzione.
L'accesso agli atti si fa sempre sull'intero fascicolo del fabbricato, ove possibile.
:
mi sembra un consiglio molto saggio FranzArch, grazie
:
io faccio sempre la ricerca per mio conto. I clienti non sono dei tecnici quindi non posso affidarmi solo a quello che mi portano, ma scherziamo!? Fai accesso atti in comune per le questioni edilizie e anche catasto. Ma quello che conta è l'edilizia.
:
ciao kia, beh è una situazione un po' particolare... Fino a pochi mesi fa lavoravo presso studi. Uno in particolare si occupava di ristrutturazioni di residenze, e il titolare si affidava totalmente ai clienti per quanto riguarda il reperimento di vecchie pratiche e pianta catastale. Non abbiamo mai neanche dovuto reperire personalmente la stessa pianta catastale! e di progetti ne aveva parecchi - facendoseli pagare anche. Personalmente condivido i vostri post, eppure andava così. Credetemi sulla parola, cambiare l'ordine delle cose era impossibile.
Ho saltato tutto ciò per abbreviare. Ma questa è la spiegazione.

Di recente sono libero professionista, e considerato che i miei clienti non sono benestanti o informati come quelli suoi, a mala pena sanno cos'è una pianta catastale. E ora che sono alla prima ristrutturazione vera e propria (non più solo arredi su misura) mi sono imbattuto in questo caso... e ho chiesto.
:
Capito. Comunque per le cose che fai per conto tuo, per carità parti pure da documenti in possesso dei clienti ma verificali bene in completezza e contenuti perché tra che non sanno o che non si ricordano, è sempre meglio! Buon lavoro!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.