requisiti acustici passivi in caso di manutenzione straordinaria

messaggio inserito mercoledì 5 dicembre 2018 da lilarch

[post n° 415585]

requisiti acustici passivi in caso di manutenzione straordinaria

Per un appartamento in un condominio a Napoli, in caso di rifacimento di tramezzi, pavimentazioni (con cambio massetto) e impianti, è necessario attenersi ai limiti del D.P.C.M. 5-12-97?

lo chiedo perché al comune non sembrano sapere neanche cosa sia, ma esistono vari documenti che sembrerebbero confermare la necessità di un adeguamento ai limiti, come la Circolare prot. n. 3632/SIAR/98 del 1.09.1998, nella quale si afferma:

“(…) Il D.P.C.M. 5 dicembre 1997 è sicuramente da applicare per gli edifici di nuova costruzione e per la ristrutturazione di edifici esistenti. Per ristrutturazione di edifici esistenti si intende il rifacimento anche parziale di impianti tecnologici, delle partizioni orizzontali e verticali degli edifici, il rifacimento delle facciate esterne, verniciatura esclusa.“

:
Assolutamente si è da applicare il DPCM 5-12-97, ovviamente solo per le strutture che vai a toccare (es. se non cambi le finestre non devi rispettare l'isolamento di facciata ma se rifai i massetti devi prevedere l'inserimento del materrassino anticalpestio).
:
a meno che il solaio non sia su garage o ambienti non residenziali. In tal caso non devi rispettare i requisiti acustici.
:
ti ringrazio molto.
Come potrei fare per essere sicuro che le persone che stanno eseguendo i lavori si attengano alle prescrizioni di legge?
Non si tratta di lavori che sto eseguendo io, ma di altro proprietario che non ha previsto i materassini anticalpestio e che sta facendo resistenza alla mia richiesta di inserirli.

L'iter burocratico sarebbe quello di una segnalazione all'ufficio antiabusivismo?
La questione è perniciosa perché proprio all'ufficio di edilizia privata non erano a conoscenza della materia.
:
grazie, no i solai dividono diversi appartamenti, (è un normale palazzo).

:
lilarch non saprei cosa risponderti, se il sue non è a conoscenza di una legge che esite da 20 anni, figurati l'ufficio antiabusivismo. Hai provato a parlare con il tecnico che segue i lavori?
:
eli71, si ho parlato con il tecnico, purtroppo si tratta di uno di quei casi dove chi sta effettuando i lavori tende a risparmiare. Confidando nel fatto che nessuna controllerà, vorrebbero evitare la spesa dei tappetini anticalpestio.
Accertato che l'adeguamento acustico è obbligatorio, il mio problema è come assicurarmi che le autorità controllino e eventualmente impongano il rispetto della norma.
È una situazione grottesca.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.