PAGARE UN ABUSO NON FATTO

messaggio inserito martedì 22 gennaio 2019 da massimo

[post n° 417026]

PAGARE UN ABUSO NON FATTO

Buonasera,ho ereditato un immobile vecchio da un parente,dove in esecuzione di vendita e di frazionamento in due unità,il tecnico ha rilevato una difformità incredibile dal disegno presentato da un tecnico di 25 anni fa' per una manutenzione facciata e manutenzione del tetto dove il disegno non riporta la mansarda,dove i muri divisori delle stanze al piano terra sono difformi di 3 mt,dove tutto l'immobile è riportato 7mt di più un vero disastro,adesso il comune nega di venire a fare un sopralluogo dove si evidenzierebbe in maniera indelebile che l'immobile e sempre stato cosi' e pretenderebbe una sanatoria costosissima.pagare un illecito non fatto ma erroneamente riportato su un disegno completamente sbagliato
:
Salve Massimo.
Se l'immobile è difforme dalla concessione ("il disegno presentato dal tecnico 25 anni fa") significa che il suo immobile ha delle porzioni (ipotizzo mansarda e muratura (perimetrale?) spostata di 7ml) che sono di fatto abusive.
In questo senso che il comune le neghi il sopralluogo è normale dal momento che, anche qualora lei riuscisse a dimostrare che l'immobile è nato in quel modo, in ogni caso la difformità rimarrebbe.
Come regolarizzare e se è possibile regolarizzare la condizione autorizzativa è materia tecnica ed il suo tecnico di fiducia può certamente illustrarle quali sono le possibilità.

Detto questo lei è responsabile dell'immobile ereditato, quindi anche degli abusi e dell'eventuale ripristino dello stato dei luoghi.
:
Le eredità si possono anche rifiutare...
:
fermi tutti, il tecnico di 25 anni fa ha fatto i disegni con i piedi per una manutenzione facciata e tetto quindi io andrei a monte a vedere la licenza edilizia!
Se lo stato attuale corrisponde alla licenza e si dimostra che il "tecnico di 25 anni fa" ha cannato in pieno sei a posto. Ti serve però un tecnico in carne ed ossa, no uno sul forum, che vada a rompere le palle in comune.
:
Il problema non è il disegno del tecnico di 25 anni fa ma lo stato dei luoghi.
Prescindendo che ovviamente quello che conta è il titolo originale , se allo stato attuale dei luoghi si evidenziano una mansarda e murature spostate di 7ml (SETTE METRI) è ragionevole supporre che l'errore non sia del tecnico di 25 anni fa (non solo magari) ma dello stato di fatto essendo l'errore (gli errori) macroscopici.
Non stiamo parlando dei 5cm che saltano su una quota ma di ml e decine di MC di difformità.

E' certamente vero comunque che va ricostruita l'intera storia dell'immobile per stabilire quali e quante sono le difformità.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.