Danni da martello demolitore durante la ristruttirazione

messaggio inserito martedì 9 luglio 2019 da Bianca

Bianca : [post n° 422965]

Danni da martello demolitore durante la ristruttirazione

Buongiorno, chiedo il vostro aiuto per risolvere un dubbio. In un appartamento nel condominio dove risiedo, hanno usato per rimuovere la vecchia pavimentazione, un martello demolitore producendo vibrazioni e rumore insopportabile. Alla fine di tali lavori è caduto il frontalino del balcone adiacente a 2 delle stanze in cui avevano rimosso la pavimentazione. Mi chiedo se l'episodio possa essere legato all'uso di detto strumento e mi chiedo che danni possano provocare tali vibrazioni. Sta di fatto che a causa di quel frontalino si sono avviati una serie di processi tesi ad un restauro completo del condominio che pur essendo datato non presentava grandi problematiche. Preciso che il fabbricato è stato messo in sicurezza ma non è mai caduta nemmeno una brecciolina pur avendo da oltre 1 anno i frontalini completamente smartellati e i ferri scoperti. Si è forse trattato di un eccesso di zelo? Non era meglio contattare la ditta appaltatrice e far riparare il danno?
Vi ringrazio anticipatamente del vostro aiuto.
ponteggiroma :
non credo proprio che la causa possa farsi risalire ai lavori sig.ra Bianca. Se il frontalino sta bene può venir giù solo se il demolitore lo si usa sul frontalino stesso e nemmeno tanto facilmente. I frontalini vengono giù per l'ossidazione del ferro dovuta alla carbonatazione del copriferro o infiltrazione d'acqua all'interno della struttura, quindi la risposta è: no. Al massimo le vibrazioni possono aver anticipato di qualche giorno il crollo, ma non averlo causato sicuramente
Bianca :
Quindi lei esclude che il propagarsi dell'onda possa provocare lesioni o micro lesioni? Ho visto che la 9916 ne parla...
ponteggiroma :
lei è un tecnico signora Bianca?
Bianca :
No, non faccio il tecnico ma cerco di approfondire gli argomenti affidandosi a chi sicuramente può saperne più di me...
ArchiFra :
visto che non è un tecnico, si fidi di quanto dice il collega che è altamente ferrato nell'argomento.
se poi non è convinta, si rivolga a un tecnico del luogo competente in strutture, gli affidi l'incarico, lo paghi e gli faccia fare una perizia di parte
Bianca :
La mia risposta non voleva essere una mancanza di fiducia nei riguardi del suo collega...Era solo un'ulteriore domanda...Ho studiato anch'io architettura e sono figlia di ingegnere....Credo sia giusto valutare ogni parere. Comunque vi ringrazio anche se i suoi "modi " non sono proprio cortesi...
Bianca :
E comunque, Archifra, lei mi ha illuminata e, ho contattato 3 ingegneri e 1 professore universitario mio amico....concordano tutti sul fatto che non si usa assolutamente il martello pneumatico soprattutto se l'edificio non è nuovissimo ( si deve verificare il regolamento condominiale) e che le vibrazioni di detto strumento provocano lesioni!!! Visioni diverse! Grazie ancora per la cortesia..
ponteggiroma :
I tecnici da lei contattati sono di parte, come è giusto che sia. Sicuramente se il proprietario dell'appartamento dovesse incaricare altrettanti tecnici avrebbe altrettanti pareri opposti a quelli dei suoi tecnici. La mia voleva essere una valutazione al di sopra delle parti, che poi è quello che fa un ctu in caso di contenzioso, con l'unica differenza che in tal caso lei dovrebbe pagare: spese processuali, avvocato, CTU e CTP, oltre ai lavori di manutenzione condominiali, ovviamente.
Auguri
Bianca :
Lei è stato molto gentile e la ringrazio, ma le assicuro che anche i professionisti che ho contattato sono al di sopra delle parti..essere amici non comporta il dare ragione a prescindere.Io non voglio fare nessuna causa, ma solo capire quali possono essere le responsabilità.
Ringraziandola nuovamente le auguro anch'io tanti auguri.
ArchiFish :
Se i professionisti sono chiamati a pronunciarsi in merito all'uso del "martello pneumatico" (come riportato nell'ultimo intervento) è ovvio che si esprimano in un certo modo. La verità è che probabilmente si è utilizzato un termine improprio per identificare un banale martello demolitore elettrico impiegato per scalzare i pavimenti. Termine che può notevolmente fuorviare il parere di un tecnico, poiché può esserci enorme differenza tra i due diversi utensili da cantiere.
Credetemi che se avessero usato quello che nel parlare comune si associa ad un martello pneumatico, l'intonaco dei balconi sarebbe stata l'ultima delle vostre preoccupazioni. Con buna probabilità avrebbero demolito l'intero solaio.
Ciò premesso, se il crollo dei frontali nel balcone è dovuto al propagarsi di vibrazioni non posso certificarlo, ma di sicuro, se così fosse, significherebbe che quegli stessi frontali avevano un'adesione al supporto già ampiamente compromessa. Se le vibrazioni possono in qualche misura aver influito, quindi, sono semplicemente da considerarsi la goccia che ha fatto traboccare un vaso già colmo.
Alle :
martello pneumatico e martello demolitore sono 2 cose parecchio diverse
se avessero usato il primo penso sarebbero finiti direttamente al piano di sotto, altro che togliere le piastrelle
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.