vendere casa senza terreno

messaggio inserito giovedì 18 luglio 2019 da testmb

testmb : [post n° 423245]

vendere casa senza terreno

Salve,

abbiamo venduto un terreno dietro casa senza frazionarlo(non eravamo a conoscenza). Dunque risulta adesso che tutto il terreno incluso la parte dove si trova la casa costruita sopra appartiene ad un nuovo proprietario. Abbiamo il diritto di usare il terreno attorno la casa di un perimetro ben definito. Ora la casa che sta sopra vogliamo adesso venderla. Come procedere ?
paoletta :
Impossibile
ArchiFra :
roba da matti. il notaio non ha battuto ciglio?
contattate un tecnico del posto e un avvocato, e di corsa anche
FranzArch :
Fantastico.
ponteggiroma :
ma ve possino!
Soprattutto certi notai ci sarebbe da saltargli addosso
ArchiFish :
Concordo con chi ha scritto "impossibile".
Anche, se, prendendo per buono il racconto dei fatti, devo constatare che siamo in un paese dove l'impossibile diventa possibile (sempre e solo in negativo, purtroppo).
Devo anche constatare che siamo in un paese in cui ci sono un po' troppi notai disinvolti ed intoccabili (provate ad immaginare di fare causa ad un notaio?).
Per dirimere la questione, sicuramente servono un tecnico, un avvocato ed un notaio. Magari, quest'ultimo, che non sia dedito alla stesura di atti falsi o illegittimi.
elpianificator :
bè impossibile non lo è, se lo hanno fatto :) . Ora è molto semplice: avete venduto tutto il terreno quindi dovrete chiedere al nuovo proprietario, se vorrà, di rivendervene una parte. Non credo ci siano scappatoie e la legge non ammette ignoranza. Se il mappale che avete venduto è quello c'è poco da fare. Alla fine l'atto non credo sia impugnabile se il mappale è identificato correttamente...visto che in ogni caso, se il notaio poi ha registrato l'atto, ormai il proprietario è quello nuovo e sarà lui a decidere se vuole cedervene una parte...
InGeoAlessio :
...mi meraviglio di voi che ancora dopo tante e svariate dissertazioni sul tema accollate la pratica al Notaio...una volta a sedere davanti a lui...e chiesto agli attori se tutto è in regola per l’alienazione...lui procede...non è un tecnico...e rogita senza porsi problema alcuno...io avrei fatto allo stesso modo...se non se li fanno loro i problemi deve farseli il notaio?...con la 47/85 hanno rogitato la m...a allo stato puro!
FranzArch :
Menomale che è arrivato InGeoAlessio che ha finito per strapparmi le proverbiali parole dalla tastiera.
I notai non sono tecnici, parano il loro culo e basta. Ce ne sono di bravi che non rogitano se non è tutto in regola perchè magari si fanno affiancare da tecnici di fiducia, ma ce ne sono altrettanti che, semplicemente, se ne sbattono.

Detto questo, nel caso specifico, se è tutto graffato terreno/corte ed immobile c'è da divertirsi.
testmb :
Grazie per la tua risposta. Non avendo i fondi per riacquistare il terreno delimitato sull'atto visto che il nuovo proprietario me lo vuole vendere per la somma che lui mi ha pagato ricevendo tutto il terreno volevo chiedere se é possibile fare una sorta di triangolo con il compratore della casa davanti un notaio? Praticamente il compratore della mia casa paga la somma del terreno a colui che gli ho venduto il terreno, ma a me mi paga la casa sottraendo il valore del terreno. Così io non ho bisogno di pagare il terreno ma il proprietario del terreno riceve i suoi soldi dal compratore della casa.
ArchiFish :
Concordo con chi afferma che i notai, il più delle volte, se ne sbattono. Resta il fatto che la situazione è paradossale e che ci sono parecchie questioni che non quadrano. L'atto dovrebbe contenere una descrizione del bene, gli identificativi catastali del medesimo e prevedere visure allegate. Il solo terreno, se ente urbano poichè graffato agli immobili, non ha intestatari, come hanno fatto a venderlo senza i fabbricati e senza una conformità urbanistica e catastale? Oppure devo pensare che, indicando la sola particella, sia stata implicitamente venduta anche l'abitazione (dubito, senza un elenco dei subalterni)? Se, invece, il terreno è particella a sè stante, qualcuno avrà pur richiesto e qualcuno avrà rilasciato, una conformità urbanistica (obbligatoria)? Nessuno s'è accorto di nulla? Nessuno ha posto la questione di un diritto di superficie per chi occupa gli immobili o una servitù di passaggio per accedervi?
Ok, tutto è possibile, ma ci sono troppe questioni irrisolte. Viene quasi da pensare nella malafede/consapevolezza da parte di chi acquista e di conseguenza nella tacita complicità di chi rogita.
Non ho in mano la documentazione e quindi non posso esprimermi, ma ribadisco che a mio avviso, la storia "puzza". Se non "puzza" di truffa, c'è comunque "odore" di poca professionalità e troppa disinvoltura in chi avrebbe dovuto accorgesi delle problematiche.
ArchiFra :
è inutile che lei ponga a noi queste domande. si prenda immediatamente un tecnico e un avvocato, perchè siete in una situazione brutta.
tra l'altro, se sull'atto c'è una frasettina che suona tipo "si cede il terreno di cui al mappale XXX comprensivo dei manufatti ivi insistenti", vuol dire che avete venduto anche la casa senza saperlo.
invece di perdere tempo su un forum, pedalate rapidi da figure professionali in carne e ossa che valutino le carte e vi tutelino ove possibile
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.