cercasi volontari per progettare scuola profughi in turchia

messaggio inserito giovedì 14 novembre 2019 da ArchiFra

ArchiFra : [post n° 426565]

cercasi volontari per progettare scuola profughi in turchia

conoscete nicolò govoni? è un ragazzo giovanissimo che ha mollato tutto per dedicarsi al campo profughi di samos, il terribile hot spot di cui ha scritto nel suo meraviglioso romanzo "se fosse tuo figlio".
io lo seguo su facebook, e oggi ha postato l'appello ad architetti per collaborare alla stesura del progetto per ristrutturare una scuola in turchia, destinata ad accogliere i profughi. il termine epr la consegna delle bozze è lunedì 18 novembre, per me purtroppo è troppo stretto ma confido che qualcuno di voi raccolga l'appello. Chi fosse interessato, scriva alla mail riportata nel testo (email) e riceverà il link con la documentazione su cui basarsi. non serve un progetto di dettaglio ma bastano semplici bozze distributive.
copio link diretto e testo, per chi non avesse facebook:
https://www.facebook.com/govoninicolo/posts/2573993899358182

"Oggi è la Giornata Mondiale della Gentilezza. Celebriamola con un atto di puro amore. Lancio un appello a tutti voi, architetti e non. Aiutatemi a costruire la Scuola più bella del mondo! Abbiamo trovato l’edificio perfetto per creare la prima Scuola Internazionale per bambini profughi al mondo. È tutto da rifare, e per fortuna: qui potremo liberare la creatività e dare vita ai nostri sogni. Dobbiamo solo trovare l’Architetto giusto. Aiutatemi a fare 1.000 condivisioni per raggiungere il suo cuore!

E se questo post, per un raro allineamento planetario, dovesse averti già trovato, per favore scrivi al nostro Team sul campo. Abbiamo una fidata compagnia edile dalla nostra parte e speriamo di iniziare a ristrutturare la prossima settimana. Abbiamo bisogno di te: email

La condizione dei bambini profughi è drammatica in questo distretto. Ogni giorno vedi bambini, anche in età pre-scolare, rovistare tra i rifiuti per sopravvivere. Ma a differenza dei piccoli in Europa, questi non hanno speranza di cambiamento, per loro non c’è futuro possibile. Non c’è via d’uscita. A meno che qualcuno non apra una Porta. E a volte, quando si attende che qualcuno si presenti e migliori le cose, è necessario realizzare che nessuno si presenterà. Perché quel qualcuno siamo noi. Dobbiamo aprire la Nostra Scuola al più presto. Ce la faremo, io ci credo fermamente. E lo faremo insieme!"
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.