Agibilità

messaggio inserito martedì 27 aprile 2021 da Pen

Pen : [post n° 446223]

Agibilità

Buonasera, avrei bisogno di un vostro parere riguardo questo quesito:
Ho un cliente che deve vendere un immobile (Appartamento) costruito in uno stabile condominiale antecedente al 1967. Lo stesso proprietario ha aperto una domanda di condono (1°Condono) che venne chiusa successivamente soltanto nel 2015, con regolare concessione edilizia in sanatoria datata 2015. La mia domanda è, tale immobile, sebbene costruito ante 1967, ma con la presenza della c/e in sanatoria del 2015, ha bisogno del certificato di agibilità per poter essere venduto? O vale la data di costruzione?
Inoltre se dovesse aver bisogno del certificato di agibilità, poichè attualmente l'impianto idrico non ha un certificato di conformità dell'impianto, ed avendo una perdita in un bagno, sarebbe possibile utilizzare una Dichiarazione di rispondenza (DIRI)? Oppure bisogna obligatoriamente procedere con il rifacimento a nuovo dell'impianto idrico?
Vi ringrazio in anticipo!
archspf :
L'agibilità non è requisito dirimente od ostativo per la commerciabilità dei beni immobili, sebbene sia caldamente consigliato acquisirla preliminarmente al rogito, ancorché si sia in presenza di una sanatoria. Piuttosto è da considerare che la data "ante 67" non è un lasciapassare riguardo alla regolarità urbanistica degli immobili: www.archiparlare.it/legittimita-conformita-edilizia-urbanistica-pree…
Per gli impianti realizzati precedentemente al 2008 è utilizzabile esclusivamente la DiRi e non è necessario adeguarli alla norma prima della vendita, ma solo l'indomani del primo intervento utile.
Pen :
Grazie per la riposta tempestiva. Un'ultima cosa, nel caso dell'impianto idrico che presenta una perdita nel bagno, è possibile comunque avere la DiRi (quindi dichiarando che è presente la perdita)? è legittimo ai fini della presentazione dell'Agibilità? Oppure conviene intervenire sull'impianto e ottenere un nuovo Certificato di Conformità? Grazie ancora, Saluti.
gioma :
Un impianto idrico che accusa perdite dalle tubature non risulta rispondente alla norma e , quindi, non è certificabile.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.