categoria funzionale omogenea ASD

messaggio inserito mercoledì 28 aprile 2021 da iaiaiov

iaiaiov : [post n° 446321]

categoria funzionale omogenea ASD

Sto cercando di capire se è possibile aprire una ASD associazione sportiva dilettantistica privata in un locale accatastato C2 (magazzino/deposito). Il SUAP ci ha autorizzato dal punto di vista amministrativo, mentre l'ufficio urbanistica ci dice che urbanisticamente rimane normato come un magazzino (quindi è consentito un solo servizio igienico con doccia e spogliatoio). Questo ovviamente non ci consentirebbe di realizzare 2 wc con spogliatoi e 4 docce in totale, e renderebbe inutilizzabile il locale ai fini di una ASD. I riferimenti normativi che supportano la mia tesi sono il Codice terzo settore del 2017 art 71 secondo cui "le ASD sono compatibili con qualsiasi categoria catastale e destinazione d'uso omogenee, indipendentemente dalla destinazione urbanistica" ; leggendo l'articolo suddetto sembra che la norma sovrasti la legge urbanistica del territorio e consenta il cambio di destinazione d'uso in tutti i casi, in caso contrario vorrei sapere in che categoria funzionale omogenea (Decreto Sblocca Italia 113/2014 art23 ter) può dirsi appartenere una ASD per capire se puo effettuarsi un cambio di destinazione d'uso all'interno della stessa categoria funzionale omogenea. Grazie in anticipo per l'aiuto
gioma :
Purtroppo devi fare riferimento ai reg. locali.
Per quanto ne so, un ASD può fissare la sua sede in un immobile con una qualsiasi du ed in una qualunque zto, senza che ciò venga considerata mdu, a condizione però che vengano rispettati i requisiti di agibilità e le norme minime di sicurezza.
passwordurb_1 :
Sul regolamento edilizio non trovo nulla in merito.
Vorrei capire Perche se il suap ci autorizza applicando di fatto l art 71 Codice Terzo Settore, che dice chiaramente che la asd puo insediarsi in una qualunque zona urbanistica del territorio comunale, senza che ciò venga considerato mutamento di destinazione d’uso, perché l ufficio urbanistica ci stavincolando alla destinazione d'uso attuale?
È come se desse per scontato che per mettere una asd in quel locale c2 dovremmo fare un cambio di destinazione d'uso rilevante, ovviamente insostenibile per noi.
Ma
La norma non sembra sufficiente mente chiara??? Parla di compatibilità con qualsiasi destinazione d'uso, quindi va da se che essendo compatibili le destinazioni d uso, rimane solo da adeguare secondo le norme igieniche sanitarie e di sicurezza, che x la funzione di asd autorizzerebbero a realizzare 2bagni e 4docce.
Io interpreto in questo modo, cosa ne pensate?
ArchiFra :
Non basta essere asd per avere le deroghe del terzo settore ma dovete essere anche associati a una aps, inoltre i locali devono avere tutte le caratteristiche igienico sanitarie, edilizie e di barriere architettoniche, nonché antincendio, previste per le palestre.
Rileggiti l'art.71 perché non dice che le asd vanno in deroga, ma che ci vanno gli enti del terzo settore e una semplice asd non ne fa parte https://www.asso360.it/le-guide-di-asso360/associazioni-sportive-dil….
Noi come suap blocchiamo tutte le asd che non siano associate aps se ci mandano scia di palestra in locali con destinazione d'uso non conforme.
passwordurb_1 :
La asd viene annoverata tra le attivita normate dal Codice Terzo Settore nell Articolo 5 lettera t) "organizzazione e gestione di attività sportive dilettantistiche" è inequivocabile direi!
Infatti Il SUAP gia ci ha autorizzato, si è espresso positivamente sulla possibilità di mettere una asd nel locale C2. Mentre l'ufficio urbanistica ci vincola alla destinazione d'uso attuale del locale.
L'art71 non contiene in se la conformità urbanistica?non ci autorizza a bypassare il cambio di destinazione d'uso e a realizzare opere per adeguamento igienico sanitario e norme su sicurezza?
Tutto sta nel poter realizzare, invece che 1 bagno con spogliatoio e doccia, due bagni con spogliatoio con relative 2 docce (cioe uomini e donne).
iaiaiov :
La asd viene annoverata tra le attivita normate dal Codice Terzo Settore nell Articolo 5 lettera t) "organizzazione e gestione di attività sportive dilettantistiche" è inequivocabile direi!
ArchiFra :
Anche da noi urbanistica contesta se manca affiliazione ad aps
iaiaiov :
Ma il Codice fa chiaramente riferimento alle asd nell art.5 lettera t...sulla base di cosa si contesta???
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.