Sanzioni pecuniarie art. 37 del D.P.R. n. 380/2001

messaggio inserito giovedì 24 giugno 2021 da burocraziaportamivia

burocraziaportamivia : [post n° 448436]

Sanzioni pecuniarie art. 37 del D.P.R. n. 380/2001

Salve,
sto seguendo un percorso di pratiche sanatorie per alcune opere esterne (sanabili) realizzate su immobile senza un titolo edilizio e prima dell'apposizione del vincolo paesaggistico (circa negli anni 50 - parliamo di Venezia).

Prima di presentare la richiesta di Acc. di Comp. Paesaggistica il tecnico di ufficio mi ha anticipato che trattandosi per l'appunto di opere realizzate ante vincolo l'accertamento potrà essere rilasciato senza sanzioni paesaggistiche. Ok bene.

Ora il mio dubbio: una volta ottenuto l'accertamento paesaggistico, la sanzioni pecuniaria (a partire da 516 euro) determinata nell'art. 37 del dpr 380/2001 verrà comunque applicata a seguito della presentazione della futura pratica sanatoria (SCIA in sanatoria)? E' una differente sanzione rispetto a quella paesaggistica anticipata dal tecnico?

Grazie a chi saprà rispondermi
archspf :
C'è un pò di confusione. Intanto chiariamo che i due aspetti sono sovrapposti e interdipendenti (urbanistica e paesaggistica, quest'ultima con potere inibitorio della prima). La sanzione pecuniaria, o piuttosto l'oblazione per il "rilascio" del titolo in sanatoria (virgolettato poichè l'art. 37, rispetto anche alla recenti posizioni giurisprudenziali, si forma in silenzio-assenso) è determinata in base ad apposita legge regionale e delibere comunali: ed è sempre dovuta.
La sanzione paesaggistica viaggia per conto proprio.

Consiglio di farsi assistere da colleghi più esperti.
burocraziaportamivia :
Molte grazie per avermi dedicato del tempo, è stato chiarissimo.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.