Superbonus su parte di edificio di unico proprietario

messaggio inserito mercoledì 17 novembre 2021 da Euroman

Euroman : [post n° 453495]

Superbonus su parte di edificio di unico proprietario

Salve a tutti. Premetto che ho già cercato sia su questa bacheca, sia sul forum, ma non ho trovato le risposte che cercavo.
Ho un edificio di tre piani di cui sono unico proprietario. Al piano terra ci sono due C/1, ai piani superiori due A/3. Secondo voi è possibile ottenere il Superbonus solo per uno dei due appartamenti, premettendo che la superficie della residenza è maggiore rispetto a quella non residenziale? Il motivo è che al primo piano dell'appartamento la facciata è fatta in mattoncini e non vorrei rimuoverli. Grazie
archspf :
C'è un pò di confusione. Il principio legato alla quota residenziale riguarda gli edifici misti (con diversa destinazione d'uso).
Secondo: l'immobile sul quale si intende eseguire il superbonus per essere "isolato" dagli altri deve possedere i requisiti di «immobile funzionalmente indipendente e con accesso autonomo».
Terzo punto: a parte un discorso di opportunità e di principio tecnico, nessuno ti obbligherebbe a completare l'intervento sulle porzioni indicate, purchè siano raggiunti già tutti gli altri requisiti.

Mi permetto di dire che le ragioni che spingono ad una simile soluzione, laddove invece si avrebbero a disposizione 4 massimali per le "parti comuni", sarebbe a mio avviso quantomeno un controsenso.
archspf :
Chiedo venia sul primo punto in quanto avevo distrattamente letto "C/2". Ergo vale il principio che la superficie residenziale sia maggiore o uguale al 50% di quella a destinazione diversa.
Euroman :
Grazie per la risposta.
In effetti è un controsenso, ma era proprio per non dover rimuovere la facciata in mattoni.
Da quanto leggo, però, nel mio caso sarebbe ugualmente impossibile eseguire gli interventi del Superbonus perché l'appartamento non è funzionalmente indipendente dagli altri (impianti in comune anche se su contatori diversi) e l'accesso avviene da scala in comune. Oppure potrei decidere di estenderlo a tutto l'edificio e definirlo solo per la parte che mi interessa, ma mi sembra un ragionamento troppo contorto e ai limiti quanto meno della fattibilità, prima che della legalità.
Di nuovo grazie.
archspf :
Invece il ragionamento è del tutto legittimo: il fabbricato è un edificio unico proprietario assimilato ad un mini condominio. Tuttavia dati gli elementi oggettivi non è una scelta ma un obbligo procedere in tal senso. Per ulteriori precisazioni consiglio quantomeno la disamina degli interpelli ADE.

Attenzione! Per le ragioni di particolare complessità, è assolutamente consigliato di incaricare un tecnico con esperienza nel merito del Superbonus.
delli :
se si tratta di un mini condominio dovresti verificare che la superficie del cappotto che vuoi fare (pareti ed eventuale pavimento, se fattibile... per esempio soffitto dei locali al piano terra) sia superiore al 25% della disperdente complessiva ovvero delle due unità riscaldate
bye
Euroman :
Grazie ancora per la risposta.
Euroman :
Grazie per la risposta. Senz'altro cambierò anche i pavimenti perché ho intenzione di installare il riscaldamento a pavimento. A quel punto faccio anche l'isolamento e dovrei esserci abbastanza dentro al 25%.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.