Consigli tesi

messaggio inserito giovedì 15 settembre 2022 da alf

alf : [post n° 464764]

Consigli tesi

Salve sono una studentessa laureanda di architettura e sto svolgendo la mia tesi in restauro architettonico.
Vorrei chiedere un aiuto/parere perchè mi ritrovo a dover organizzare le slide per il powerpoint di presentazione del tema scelto e sto trovando molte difficoltà nell'impostare quelle riguardanti il rilievo materico.
Chi mastica un po' la materia sa che con il rilievo materico si vanno a "catalogare" tutti gli elementi materico - costruttivi.
Ora però mi ritrovo a dover sintetizzare un intera legenda e non riesco come. Mi ritrovo con tanti elaborati (4 piante, 4 prospetti ed una sezione) e non so davvero come rendere tutto scorrevole ma senza saltare nulla.
Ho il mio relatore che mi ha lasciato praticamente allo sbaraglio non dandomi nessun feedback sul lavoro.
Spero tanto in un aiuto perchè mi manca davvero poco e non so a chi poter chiedere.
Grazie a chi mi risponderà con qualche spunto o consiglio.
Davide C. :
Purtroppo quando si espone la tesi, il tempo a disposizione è davvero poco. Esporre tutto è impossibile, rassegnati.
Ti consiglio di mettere pure la legenda completa su una slide, non importa se non si legge. Anche i prospetti mettili uno per slide, non importa quanto si vede. Poi fai un paio di slide di dettaglio dove qui si deve leggere bene. Come scegliere il dettaglio? cerca qualcosa di davvero particolare ed unico, qualcosa che possa attirare l'attenzione.
Considera che chi ti ascolta, ne sta ascoltando tanti e vorrebbe essere da un'altra parte. Metti le immagini (fai poche slide) e pochissimi testi, se non il titolo e qualche parola chiave. Non mettere poemi che nessuno legge. Parla tanto, per punti e cerca di essere sintetica. Non importa se non dici tutto, non conta.
In bocca al lupo!
PS: cerca sul web qualcuno che dia consigli su come creare una presentazione efficace
laura :
condivido il commento di davide c. : è l'immagine che coglie lo sguardo e quindi l'attenzione.
sul materico soffermati a parlare del materiale che conosci meglio. Per esempio in lombardia trovi in molte opere d'epoca, gli elementi aggettanti costituiti dall'arenaria pietra molera. da li parti con la zona dove si cavava, le sue prestazioni sul campo, il colore giallo d'orato ed i motivi per cui si sceglieva. Questo è un esempio, ma potresti costruire il tuo discorso sulla sua falsa riga.
Brava che hai scelto indirizzo di restauro! ricorda che questa disciplina contempla anche la storia, la storia dell'arte, la riqualificazione territoriale, la chimica dei materiali etc. Conoscenza, progetto, restauro e conservazione sono i 4 cardini che conducono questa straordinaria materia, fondamentale in un paese come il nostro! in bocca al lupo!
Davide C. :
E' vero Laura, conoscenza, progetto, restauro, conservazione: 4 concetti chiavi che purtroppo in molti non capiscono. Gli amministratori in primis, ma anche alcuni colleghi (che tristezza).
Lavoro nel campo del restauro ormai da 12 anni ed ho scoperto piccoli gioielli che non avrei mai conosciuto altrimenti perché fuori da ogni rotta turistica. Lavorare nell'ambito del restauro ti allena ad osservare ed a porti molte domande. Nulla è scontato. Purtroppo non è sempre facile (mancano i fondi, ci sono gli immanicati nelle diocesi e nelle parrocchie che non capiscono nulla di restauro e la conservazione si applica solo alle marmellate).
In bocca al lupo @alf!
laura :
mi fa piacere trovare un collega che lavori nel mio stesso campo e che condivida gli stessi principi fondamentali e tante volte (come hai detto giustamente tu...) ignorati dagli attori che conducono i lavori.
marmellate buonissime...e privilegiate ;)
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.