durc...

messaggio inserito lunedì 9 maggio 2005 da chiara

chiara : [post n° 49830]

durc...

per alcuni comuni può bastare l'autocertificazione inps, inail e cassa edile...altri non accettano assolutamente tale autocertificazione...qualcuno ha in mano qualche circolare ministeriale che chiarisca il tutto?voci mi dicono che il ministero con una nuovissima circolare ritiene valide le autocertificazioni...che si fa?non si capisce più nulla...
totò :
Il provvedimento di cui sono a conoscenza (e non mi risulta ci sia una recentissima circolare) è la lettera circolare n. 848 del 2004 con la quale il Ministero del lavoro vieta l'autocertificazione; precisa infatti, che non e` possibile sostituire il Durc con un`autocertificazione, nemmeno nel caso di lavori privati. Per due motivi. Il primo perche` l`autocertificazione vanificherebbe la finalita` della disciplina del Durc, che e` quella di contrastare il fenomeno del lavoro sommerso, fondamento dell`estensione dell`obbligo all`attestazione unica di regolarita` contributiva per ogni tipologia di lavoro edile, sia pubblico che privato.
Unico spiraglio si apre ai lavori in economia realizzati direttamente dai privati. In questi casi, spiega sempre il Ministero del lavoro, non si applica l`obbligo della regolarita` contributiva introdotto dalla riforma lavoro, cioe` non e` necessario il Durc, perche` il D.Lgs. 276/2003 fa esplicito riferimento alle sole imprese, ambito al quale non appartengono i soggetti privati che realizzano direttamente e per proprio conto le opere edili.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.